Il Blog di Sics

Antonio gagliardi ci parla del modello dei Passaggi Chiave

La raccolta dati di SICS è stata progettata e implementata sin dall’inizio con l’obiettivo di differenziarsi dalle comuni catalogazioni puramente statistiche per fornire ad allenatori, tecnici e analisti in modo diretto e il più possibile immediato, informazioni utili dal punto di vista tattico e qualitativo.
Alla base di questo approccio, la scelta innovativa di non catalogare tutti i passaggi tra i giocatori ma di selezionare quelli che hanno una valenza “tattica” nello sviluppo dell’azione, andando quindi a focalizzare l’attenzione su una specifica tipologia di passaggi, i Passaggi chiave.


Di cosa stiamo parlando? Andiamo a chiederlo direttamente a chi ha per primo introdotto questo concetto: Antonio Gagliardi, il responsabile dell’Area Match Analysis di tutte le nazionali e Match Analyst della Nazionale A.

🎤 Ciao Antonio e grazie per l’intervista. Innanzitutto a cosa ci riferiamo quando parliamo di Passaggio chiave?
🗣 Il passaggio chiave è una trasmissione palla che supera una linea di pressione avversaria. Sostanzialmente parliamo di passaggi che apportano un contributo significativo allo sviluppo dell’azione offensiva. Spesso sono verticalizzazioni che trovano un compagno libero dietro una linea di avversari, ma sono passaggi chiave anche i cambi gioco che liberano un giocatore sul lato debole per una giocata pericolosa. Sono inoltre passaggi chiave tutti gli assist vincenti e non (passaggi che portano al goal/tiro) ed i third pass (penultimo passaggio prima del goal/tiro).

🎤 Quando nasce l’idea di raccogliere questo tipo di passaggio?
🗣 L’idea nasce parecchi anni fa, guardando ed analizzando le partite del Barcellona di Guardiola. A fine partita studiavo i dati statistici e vedevo che l’altissimo numero di passaggi di Xavi (per esempio) non era totalmente indicativo della sua reale influenza nel gioco catalano. Un passaggio filtrante illuminante del regista spagnolo non poteva essere contato come un singolo passaggio alla stessa maniera di un appoggio laterale fra difensori. I passaggi non dovevano essere più semplicemente contati ma andavano in qualche
modo pesati: da lì ho elaborato il concetto di passaggio chiave e di ricezione chiave.

🎤 In che cosa si differenzia il Passaggio chiave da altri modelli simili?
🗣 Come detto prima, il passaggio chiave si pone l’ambizione di pesare la qualità del gioco di una squadra e di un giocatore, dunque non più una semplice analisi quantitativa ma qualitativa. Il mio concetto di “Passaggio Chiave” (raccolti in Italia da Sics) si differenzia in maniera importante dai “Key Passes” raccolti da altre aziende: i key passes non sono altro che gli assist non vincenti, cioè passaggi prima dei tiri che non diventano goal. Un dato sicuramente qualitativo ma molto più piccolo numericamente e meno completo del passaggio chiave che privilegia invece difensori e centrocampisti che impostano con qualità la manovra. In Germania invece stanno sviluppando un sistema simile: packing. Un “indice di pericolosità” del passaggio che misura quanti avversari vengono superati da una trasmissione palla riuscita. Un modello che “tatticamente” non si discosta molto dal modello dei passaggi chiave.

🎤 Come viene utilizzato dallo staff delle Nazionali il Passaggio chiave nella valutazione di un giocatore? Ci puoi fornire un esempio pratico?
🗣 Il modello dei passaggi chiave insieme a quello dell’Indice di Pericolosità è fra gli indicatori più usati dall’area di Match Analysis della Figc: dallo staff tecnico della Nazionale A agli staff delle nazionali femminili e delle nazionali giovanili. In particolare proprio questi ultimi grazie al coordinamento di Maurizio Viscidi fanno un ampio utilizzo di questi parametri. I passaggi chiave vengono utilizzati per aiutarci a comprendere la qualità della nostra manovra, la bravura dei nostri difensori e centrocampisti in fase di inizio manovra e per capire le reali linee di gioco pericolose degli avversari di turno.

🎤 Quale ritieni possa essere una futura evoluzione? È un parametro che può ritenersi valido anche per lo scouting di giocatori in chiave mercato?
🗣 Una futura evoluzione sarà quella di estendere sempre di più l’analisi di questo parametro ai giocatori più giovani per capire le prospettive di crescita di un ragazzo in quella che è una delle fasi di gioco più importanti del calcio moderno: la costruzione e la capacità di trovare un uomo libero dietro una linea di pressione.
Sicuramente è un dato fondamentale in chiave scouting; noi stessi grazie al lavoro di Mauro Sandreani nel coordinamento dell’Area Scouting ne facciamo un largo utilizzo. Se pensiamo per esempio che Toni Kroos è da anni il migliore giocatore in Europa in questo indice, si può intuire facilmente come un dato alto in questo parametro di un determinato giocatore semisconosciuto possa garantirmi qualità di gioco da parte di quello stesso giocatore.

Si ringrazia Antonio Gagliardi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.

In foto le classifiche dei primi 10 giocatori per Passaggi Chiave effettuati in Lega Serie A.[:]

Scroll to top
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian
0