Il Blog di Sics

Storica Dea

Grande impresa dell’Atalanta che bissa il successo dell’andata e con altre 4 reti regola a domicilio il Valencia, centrando lo storico traguardo dei quarti di finale di Champions League!

Serata di grazia per Ilicic che spiana la strada alla truppa di Gasperini dopo appena 2 minuti su calcio di rigore e poi suggella una serata pazzesca con altre tre reti che sono servite, oltre che a passare il turno, a regalare un po’ di spensieratezza a un’intera città in questo momento davvero difficile.

Chissà cosa riserverà l’urna alla Dea, quel che è certo è che adesso i bergamaschi non sono più una sorpresa ma una realtà consolidata anche nel panorama europeo.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

VALENCIA-ATALANTA-MatchStudio

#UCL #ValenciaAtalanta #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità

 

Ramsey-Dybala decidono il derby d’Italia

In una serata decisamente particolare la Juventus si aggiudica il primo derby d’Italia della storia a porte chiuse.

Decidono la gara una rete in mischia di Ramsey nel momento migliore dei nerazzurri e una perla di Dybala che avrebbe meritato una cornice sicuramente diversa.

Nel mezzo una gara con poche emozioni, 3 Occasioni da gol in tutto e tutte di marca bianconera: una in apertura con la svirgolata di Douglas Costa, la rete di Dybala e l’occasione finale di CR7 a partita ormai finita.

Per l’Inter è stata la gara con il più basso Indice di Pericolosità in stagione, appena 13 punti per gli uomini di Conte, 9 dei quali nella prima frazione e un solo tiro nello specchio di Szczesny.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

JUVENTUS-INTER-MatchStudio

#SerieATIM  #JuveInter #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità #WeAreCalcio

Nuovo Corso Match Analyst Giugno 2020

Sics organizza, primo in Italia, un corso di Match Analysis dedicato alla formazione e certificazione del the Match Analyst, a professional figure increasingly important and required by football clubs. 

Il corso prevede il superamento di un esame finale e rilascerà ai partecipanti la certificazione di Video Analista Tattico.

Corso Match Analysis – Video Analista Tattico

40 ore articolate su 5 giornate in due settimane non consecutive con esame finale da svolgersi durante l’ultima giornata del corso per conseguire la certificazione.

Albo Video Analista Tattico

Elenco dei partecipanti alle precedenti edizioni del Corso di Match Analysis che hanno superato l’esame e ottenuto l’attestato di certificazione e l’iscrizione all’albo SICS Match Analyst – Video Analista Tattico

Al Lione il primo round

Juventus ko on Francia nell’andata degli ottavi di finale.

Al Parc OL decide una rete di Tousart che approfitta della momentanea superiorità numerica del Lione per l’infortunio di De Ligt e punisce una Juve troppo lenta e compassata.

Dopo i primi 20 minuti di attesa, i francesi prendono campo e trovano il meritato vantaggio sugli sviluppi di una rimessa laterale, tenendo poi il pallino del gioco per tuta la prima frazione (27 a 17 l’IPO per gli uomini di Garcia).

Nella ripresa i padroni di casa si limitano a difendere il vantaggio (appena 3 punti di IPO) e a contenere le avanzate dei bianconeri che si sono fatte più insistenti solo negli ultimi 20 ma che non sono bastate ad evitare la sconfitta in una gara dove il primo tiro nello specchio di Lopes è arrivato al 38° della ripresa.

Servirà tutta un’altra prestazione al ritorno se i bianconeri vogliono continuare la loro corsa europea.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

LIONE-JUVENTUS-MatchStudio

#UCL #LioneJuventus #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità

1-1 tra Napoli e Barca

L’andata degli ottavi di finale si conclude con un pari che per come si era incanalata la partita fa sicuramente più felice il Barcellona, anche in vista del ritorno in terra catalana.

In una partita bloccata e poco spettacolare 26 a 31 per il Barcellona l’Indice di Pericolosità (primo tempo 7 a 2! per gli azzurri), il Napoli passa in vantaggio con una perla di Mertens che eguaglia il record di reti in maglia azzurra di Hamsik, ma viene raggiunto nella ripresa da Griezmann nell’unico vero pericolo costruito dai blaugrana su azione.

Al ritorno servirà un’impresa al Napoli che si gioca il tutto per tutto al Camp Nou, dove potrà sfruttare anche le assenze per squalifica di Vidal e Busquets che ieri è stato il giocatore con più Passaggi chiave effettuati: 10 come Messi.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

NAPOLI-BARCELLONA-MatchStudio

#UCL #NapoliBarcellona #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità

Serata magica per la Dea

Serata da incorniciare per l’Atalanta che, dopo aver ottenuto una qualificazione agli ottavi che ad un certo punto sembrava utopia, si presenta a San Siro senza timore e travolge il Valencia con un 4:1 che la mette in ottima posizione in vista del ritorno al Mestalla.

La gara è stata però più equilibrata di quanto non dica il punteggio, con gli spagnoli che nell’arco dei 90 minuti sono stati più pericolosi dei bergamaschi, 69 a 57 l’indice di pericolosità per gli uomini di Celades con ben 5 occasioni da Gol.
Letteralmente travolgenti i nerazzurri nei primi 20 minuti (28 a 1 l’Indice) hanno allentato la presa tra il 20° e il 35°, periodo nel quale i valenciani hanno collezionato 2 Azioni promettenti, e definitivamente dopo il 4° gol. Da quel momento l’IPO dell’Atalanta non sale più fino al fischio finale, blindando un risultato preziosissimo.

Ora l’appuntamento con la storia per la truppa di Gasperini è a Valencia per continuare a far sognare una città intera ma anche tutti gli sportivi italiani!

Qui il MatchStudio della gara:

ATALANTA-VALENCIA-MatchStudio

#UCL #AtalantaValencia #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague

Lazio-Verona, sfida al Top!

Stasera nel recupero della 17° giornata si affrontano S.S. Lazio e Hellas Verona FC, due delle squadre sicuramente più in forma dell’ultimo periodo.

Nelle ultime 5 giornate infatti i gialloblù sono stati la squadra col l’Indice di Pericolosità più alto dopo l’Atalanta con 65,6 punti. Lazio quinta squadra più pericolosa con 55,8 punti.
Gli uomini di Inzaghi sono stati quelli che hanno concesso meno agli avversari, con un Indice di Rischio Difensivo di 28,6 punti, terzo il Verona con 34,2.
Scaligeri che sono la seconda squadra per rapporto IPO-IRD sempre dopo l’Atalanta con 31,4, terza la Lazio, con 27,2.
Nelle ultime 5 partite alla Lazio sono bastati 20 punti IPO per segnare una rete (media di Serie A è 33,5) mentre il Verona subisce una rete ogni 57 punti IRD.

Si preannuncia quindi un match equilibrato e decisamente avvincente, chi la spunterà stasera?

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #IndicediPericolosità #Statistiche #LazioVerona #SerieATIM

La Top 11 Sics del girone di andata

Si è chiuso questo weekend uno dei gironi di Andata più avvincenti degli ultimi anni di Serie A che ha visto il Milan laurearsi campione d’inverno.
Seguono a stretto Inter e Roma. Anche in coda la lotta per la permanenza nella massima serie si prospetta avvincente e serrata fino all’ultima giornata.

Come ogni anno Sics vi propone la Top 11 con i migliori giocatori di questa prima parte di stagione.

La squadra più rappresentata è l’Inter con 3 giocatori seguita dal Verona con 2. Ci sono poi Juventus, Roma, Fiorentina, Bologna, Milan e Lazio con un giocatore ciascuna.
Siete d’accordo con la nostra selezione?

Ecco i giocatori scelti:

Silvestri;
Hakimi, Tomiyasu, Milenkovic, Theo Hernandez;
Barella, Brozovic, Zaccagni;
Mkitaryan;
Immobile, Ronaldo

In panchina:

Donnarumma;
Di Lorenzo, Djimsiti, Romero, Dimarco;
Milinkovic Savic, Locatelli, Calhanoglu;
De Paul;
Lautaro, Lukaku

*sono stati considerati i giocatori con almeno 10 presenze

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche

Andiamo a vedere nel dettaglio, giocatore per giocatore, le principali voci che hanno contribuito a creare la top 11.

Silvestri: il migliore per % parate su tiri subiti col 76,7 %. Per lui 10 anche interventi decisivi positivi. Tra i portieri con almeno 15 presenze è quello che ha subito meno reti, 18.

Hakimi: devastante l’impatto con la Serie A, 6 reti,3 assist vincenti e 1 gol procurato. Primo per passaggi chiave ricevuti (4 a partita). Effettua 3 cross a partita e ha effettuato in tutto 10 cut back (1° tra i difensori)
Tomiyasu: 1° per duelli aerei vinti (93), secondo per tackle (89) e terzo per palle recuperate (171). È il difensore con più palle recuperate nella metà campo avversaria (47). Effettua 2,6 passaggi chiave a partita con 2 reti fatte. Per lui anche 8 triangolazioni.

Milenkovic: 2° per duelli vinti (190), duelli aerei vinti (82) e nella top 10 per tackle vinti (71) e palle recuperate (153). 4° per palle recuperate nella metà campo avversaria (33). Per lui anche 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincente, oltre a 3 passaggi chiave a partita e 10 triangolazioni totali.

Theo Hernandez: 4 gol, 1 gol procurato, 3 assist vincenti. 54 passaggi chiave totali e 38 ricevuti. 1° in A per triangolazioni (26) e 4° per cut back (6).

Barella: 2 reti, 6 assist vincenti e 1 gol procurato e 5 passaggi chiave a partita. 2° in serie A per tackle vinti (68 totali) e per palle recuperate nella metà campo avversaria (40)

Brozovic: 1 gol, 6 assist e 1 third pass vincenti. Effettua 7 passaggi chiave a partita (3° in A) e quinto per palle recuperate nella metà campo avversaria (34)

Zaccagni: 5 gol, 5 assist vincenti e 2 gol procurati. Primo tra i centrocampisti per duelli vinti nella metà campo avversaria (121) e quarto per duelli vinti totali (181). Secondo per numero di cut back (10). Secondo dopo De Paul per dribbling vincenti (57 in totale)

Mkhitaryan: 8 reti fatte e 8 assist vincenti. Terzo in A (esclusi gli attaccanti) per triangolazioni (23) e per cut back (9). Effettua 4 passaggi chiave a partita

Cristiano Ronaldo: capocannoniere con 15 reti, ha all’attivo anche 2 assist vincenti. Riceve 8 passaggi chiave a partita. Tra i giocatori con almeno 10 Occasioni Gol è quello con la % realizzativa più alta: 57,1%. È l’attaccante con più triangolazioni in A (28) e in assoluto quello che ne chiude di più (21). È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Immobile: 13 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti. È il miglior realizzatore di testa (3 reti totali). Riceve 7 passaggi chiave a partita. È il secondo giocatore per tiri da dentro l’area (38). Secondo per % realizzativa su occasione da gol col 43%.

Ecco i dati dei giocatori in panchina:

Donnarumma: 74,6% di tiri parati, 10 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Per lui anche 11 passaggi chiave.

Di Lorenzo: 4 assist vincenti, 5,5 passaggi chiave a partita, 1 third pass vincente, 1 gol procurato, ben 26 triangolazioni (1° in A tra i difensori). Ha recuperato 18 palloni nella metà campo avversaria.

Djimsiti: 2° per duelli totali vinti (73,6%), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (36) e nella top 10 per % duelli aerei vinti (80,6). 5 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Superato in dribbling solo il 27% delle volte (3°).

Romero: 2 passaggi chiave a partita. 2 assist e 1 third pass vincenti e 2 reti. Terzo miglior difensore per recuperi nella metà campo avversaria (34), recupera in media 12 palloni a partita. Tra i migliori 10 per duelli aerei vinti (56), è il migliore per tackle vinti (94). Ha anche 2 interventi decisivi positivi.

Dimarco: 2,5 cross e 4 passaggi chiave a partita, 2 assist vincenti, 1 gol procurato e 2 reti in totale. È il difensore con più traversoni (10 totali), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (26)

Calhanoglu: 1 gol, 1 gol procurato, 2 third pass e 6 assiti vincenti. Effettua 6 passaggi chiave a partita ed è secondo, tra i non attaccanti, per numero di triangolazioni (27)

Locatelli: 9,5 passaggi chiave a partita, il migliore di tutta la Serie A, 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincenti. Recupera una media di 6 palloni a partita ed è terzo per duelli vinti (186 totali) e terzo per tackle vinti (66). Ha al suo attivo anche 2 interventi decisivi positivi.

Milinkovic Savic: 4 reti, 5 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 4,5 passaggi chiave a partita e ne riceve 8. Sempre nei migliori cinque per: duelli aerei vinti (62), duelli totali vinti (176), duelli vinti nella metà campo offensiva (88). Per lui anche un intervento decisivo positivo.

De Paul: 4 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 7,7 passaggi chiave a partita (solo Locatelli meglio di lui). È il migliore per dribbling riusciti (88 totali), per duelli totali vinti (203) e per numero di triangolazioni totali (31)

Lukaku: 12 reti, 3 assist e 1 third pass vincenti. Riceve 11 passaggi chiave a partita. È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Lautaro Martinez: 9 reti, 3 assist vincenti e 1 gol procurato. Quarto per % realizzativa su occasione da gol col 40%. Primo per tiri da dentro l’area (39) e secondo per gol di testa (2)

La Lazio vince la Supercoppa!

E’ la Lazio di Simone Inzaghi ad aggiudicarsi il primo trofeo stagionale battendo la Juventus nella finale di Riyadh.

Le reti di Luis Alberto, Lulic e quella in chiusura di Cataldi vanificano il pareggio allo scadere del primo tempo di Dybala e fissano il risultato sul 3-1, score che permette ai biancocelesti di aggiudicarsi la quinta Supercoppa della loro storia

Di seguito il link per il MatchStudio della finale di ieri:

JUVENTUS-LAZIO-MatchStudio

 

#CocaColaSupercup
#JuveLazio
#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData

About us...

Su Sky Sport si parla ancora dell’ Indice di Pericolosità, presentato nella puntata del 24 Novembre di Sky Calcio Club da Maurizio Viscidi, con interessanti spunti sulla classifica di Serie A utilizzando la classifica delle differenze tra Indice di pericolosità Offensiva (IPO) e Indice Di Rischio Difensivo (IRD)

Leggi l’articolo a questo link:

Scroll to top
en_USEnglish