Il Blog di Sics

Serata magica per la Dea

Serata da incorniciare per l’Atalanta che, dopo aver ottenuto una qualificazione agli ottavi che ad un certo punto sembrava utopia, si presenta a San Siro senza timore e travolge il Valencia con un 4:1 che la mette in ottima posizione in vista del ritorno al Mestalla.

La gara è stata però più equilibrata di quanto non dica il punteggio, con gli spagnoli che nell’arco dei 90 minuti sono stati più pericolosi dei bergamaschi, 69 a 57 l’indice di pericolosità per gli uomini di Celades con ben 5 occasioni da Gol.
Letteralmente travolgenti i nerazzurri nei primi 20 minuti (28 a 1 l’Indice) hanno allentato la presa tra il 20° e il 35°, periodo nel quale i valenciani hanno collezionato 2 Azioni promettenti, e definitivamente dopo il 4° gol. Da quel momento l’IPO dell’Atalanta non sale più fino al fischio finale, blindando un risultato preziosissimo.

Ora l’appuntamento con la storia per la truppa di Gasperini è a Valencia per continuare a far sognare una città intera ma anche tutti gli sportivi italiani!

Qui il MatchStudio della gara:

ATALANTA-VALENCIA-MatchStudio

#UCL #AtalantaValencia #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague

Lazio-Verona, sfida al Top!

Stasera nel recupero della 17° giornata si affrontano S.S. Lazio e Hellas Verona FC, due delle squadre sicuramente più in forma dell’ultimo periodo.

Nelle ultime 5 giornate infatti i gialloblù sono stati la squadra col l’Indice di Pericolosità più alto dopo l’Atalanta con 65,6 punti. Lazio quinta squadra più pericolosa con 55,8 punti.
Gli uomini di Inzaghi sono stati quelli che hanno concesso meno agli avversari, con un Indice di Rischio Difensivo di 28,6 punti, terzo il Verona con 34,2.
Scaligeri che sono la seconda squadra per rapporto IPO-IRD sempre dopo l’Atalanta con 31,4, terza la Lazio, con 27,2.
Nelle ultime 5 partite alla Lazio sono bastati 20 punti IPO per segnare una rete (media di Serie A è 33,5) mentre il Verona subisce una rete ogni 57 punti IRD.

Si preannuncia quindi un match equilibrato e decisamente avvincente, chi la spunterà stasera?

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #IndicediPericolosità #Statistiche #LazioVerona #SerieATIM

La Top 11 Sics del girone di andata

Si è chiuso questo weekend uno dei gironi di Andata più avvincenti degli ultimi anni di Serie A che ha visto il Milan laurearsi campione d’inverno.
Seguono a stretto Inter e Roma. Anche in coda la lotta per la permanenza nella massima serie si prospetta avvincente e serrata fino all’ultima giornata.

Come ogni anno Sics vi propone la Top 11 con i migliori giocatori di questa prima parte di stagione.

La squadra più rappresentata è l’Inter con 3 giocatori seguita dal Verona con 2. Ci sono poi Juventus, Roma, Fiorentina, Bologna, Milan e Lazio con un giocatore ciascuna.
Siete d’accordo con la nostra selezione?

Ecco i giocatori scelti:

Silvestri;
Hakimi, Tomiyasu, Milenkovic, Theo Hernandez;
Barella, Brozovic, Zaccagni;
Mkitaryan;
Immobile, Ronaldo

In panchina:

Donnarumma;
Di Lorenzo, Djimsiti, Romero, Dimarco;
Milinkovic Savic, Locatelli, Calhanoglu;
De Paul;
Lautaro, Lukaku

*sono stati considerati i giocatori con almeno 10 presenze

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche

Andiamo a vedere nel dettaglio, giocatore per giocatore, le principali voci che hanno contribuito a creare la top 11.

Silvestri: il migliore per % parate su tiri subiti col 76,7 %. Per lui 10 anche interventi decisivi positivi. Tra i portieri con almeno 15 presenze è quello che ha subito meno reti, 18.

Hakimi: devastante l’impatto con la Serie A, 6 reti,3 assist vincenti e 1 gol procurato. Primo per passaggi chiave ricevuti (4 a partita). Effettua 3 cross a partita e ha effettuato in tutto 10 cut back (1° tra i difensori)
Tomiyasu: 1° per duelli aerei vinti (93), secondo per tackle (89) e terzo per palle recuperate (171). È il difensore con più palle recuperate nella metà campo avversaria (47). Effettua 2,6 passaggi chiave a partita con 2 reti fatte. Per lui anche 8 triangolazioni.

Milenkovic: 2° per duelli vinti (190), duelli aerei vinti (82) e nella top 10 per tackle vinti (71) e palle recuperate (153). 4° per palle recuperate nella metà campo avversaria (33). Per lui anche 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincente, oltre a 3 passaggi chiave a partita e 10 triangolazioni totali.

Theo Hernandez: 4 gol, 1 gol procurato, 3 assist vincenti. 54 passaggi chiave totali e 38 ricevuti. 1° in A per triangolazioni (26) e 4° per cut back (6).

Barella: 2 reti, 6 assist vincenti e 1 gol procurato e 5 passaggi chiave a partita. 2° in serie A per tackle vinti (68 totali) e per palle recuperate nella metà campo avversaria (40)

Brozovic: 1 gol, 6 assist e 1 third pass vincenti. Effettua 7 passaggi chiave a partita (3° in A) e quinto per palle recuperate nella metà campo avversaria (34)

Zaccagni: 5 gol, 5 assist vincenti e 2 gol procurati. Primo tra i centrocampisti per duelli vinti nella metà campo avversaria (121) e quarto per duelli vinti totali (181). Secondo per numero di cut back (10). Secondo dopo De Paul per dribbling vincenti (57 in totale)

Mkhitaryan: 8 reti fatte e 8 assist vincenti. Terzo in A (esclusi gli attaccanti) per triangolazioni (23) e per cut back (9). Effettua 4 passaggi chiave a partita

Cristiano Ronaldo: capocannoniere con 15 reti, ha all’attivo anche 2 assist vincenti. Riceve 8 passaggi chiave a partita. Tra i giocatori con almeno 10 Occasioni Gol è quello con la % realizzativa più alta: 57,1%. È l’attaccante con più triangolazioni in A (28) e in assoluto quello che ne chiude di più (21). È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Immobile: 13 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti. È il miglior realizzatore di testa (3 reti totali). Riceve 7 passaggi chiave a partita. È il secondo giocatore per tiri da dentro l’area (38). Secondo per % realizzativa su occasione da gol col 43%.

Ecco i dati dei giocatori in panchina:

Donnarumma: 74,6% di tiri parati, 10 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Per lui anche 11 passaggi chiave.

Di Lorenzo: 4 assist vincenti, 5,5 passaggi chiave a partita, 1 third pass vincente, 1 gol procurato, ben 26 triangolazioni (1° in A tra i difensori). Ha recuperato 18 palloni nella metà campo avversaria.

Djimsiti: 2° per duelli totali vinti (73,6%), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (36) e nella top 10 per % duelli aerei vinti (80,6). 5 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Superato in dribbling solo il 27% delle volte (3°).

Romero: 2 passaggi chiave a partita. 2 assist e 1 third pass vincenti e 2 reti. Terzo miglior difensore per recuperi nella metà campo avversaria (34), recupera in media 12 palloni a partita. Tra i migliori 10 per duelli aerei vinti (56), è il migliore per tackle vinti (94). Ha anche 2 interventi decisivi positivi.

Dimarco: 2,5 cross e 4 passaggi chiave a partita, 2 assist vincenti, 1 gol procurato e 2 reti in totale. È il difensore con più traversoni (10 totali), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (26)

Calhanoglu: 1 gol, 1 gol procurato, 2 third pass e 6 assiti vincenti. Effettua 6 passaggi chiave a partita ed è secondo, tra i non attaccanti, per numero di triangolazioni (27)

Locatelli: 9,5 passaggi chiave a partita, il migliore di tutta la Serie A, 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincenti. Recupera una media di 6 palloni a partita ed è terzo per duelli vinti (186 totali) e terzo per tackle vinti (66). Ha al suo attivo anche 2 interventi decisivi positivi.

Milinkovic Savic: 4 reti, 5 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 4,5 passaggi chiave a partita e ne riceve 8. Sempre nei migliori cinque per: duelli aerei vinti (62), duelli totali vinti (176), duelli vinti nella metà campo offensiva (88). Per lui anche un intervento decisivo positivo.

De Paul: 4 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 7,7 passaggi chiave a partita (solo Locatelli meglio di lui). È il migliore per dribbling riusciti (88 totali), per duelli totali vinti (203) e per numero di triangolazioni totali (31)

Lukaku: 12 reti, 3 assist e 1 third pass vincenti. Riceve 11 passaggi chiave a partita. È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Lautaro Martinez: 9 reti, 3 assist vincenti e 1 gol procurato. Quarto per % realizzativa su occasione da gol col 40%. Primo per tiri da dentro l’area (39) e secondo per gol di testa (2)

La Lazio vince la Supercoppa!

E’ la Lazio di Simone Inzaghi ad aggiudicarsi il primo trofeo stagionale battendo la Juventus nella finale di Riyadh.

Le reti di Luis Alberto, Lulic e quella in chiusura di Cataldi vanificano il pareggio allo scadere del primo tempo di Dybala e fissano il risultato sul 3-1, score che permette ai biancocelesti di aggiudicarsi la quinta Supercoppa della loro storia

Di seguito il link per il MatchStudio della finale di ieri:

JUVENTUS-LAZIO-MatchStudio

 

#CocaColaSupercup
#JuveLazio
#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData

About us...

Su Sky Sport si parla ancora dell’ Indice di Pericolosità, presentato nella puntata del 24 Novembre di Sky Calcio Club da Maurizio Viscidi, con interessanti spunti sulla classifica di Serie A utilizzando la classifica delle differenze tra Indice di pericolosità Offensiva (IPO) e Indice Di Rischio Difensivo (IRD)

Leggi l’articolo a questo link:

L’Indice di Pericolosità su Sky!

Ieri sera a Sky Calcio Club si è parlato di #IndiceDiPericolosià, l’Indice inventato da Maurizio Viscidi con la collaborazione di Antonio Gagliardi e raccolto da Sics che va a “misurare” la prestazione delle squadre sia dal punto di vista offensivo che difensivo.

Qui alcuni dei passaggi più interessanti andati in onda ieri sera:

https://www.youtube.com/watch?v=3ADSQ1p1KG4&t=6s&ab_channel=SICSsport

 

DATA COLLECTION GLOSSARY

 

Glossary of terms for SICS data collection, season 2019-2020

OFFENSIVE INDEX

It is an index that measures the ability shown by each team to create situations potentially dangerous for the opponent during the game and thus quantifies the offensive dangerousness of a team. Born from an idea of Maurizio Viscidi, coordinator of the Italian national youth teams, with the collaboration of Antonio Gagliardi and Marco Scarpa (technical managers of Italy’s National Team) and developed by SICS, the Offensive Index is calculated as a weighted sum of the offensive actions created by the team during the game. Goal Opportunities, Promising Actions, Shots, Corners, Crosses, Key Passes can give an objective evaluation of the attacking work of a team, whose incomplete analysis is often limited to the merepresenceor otherwise of the goal. While in football the goal can spring from chance situations but become decisive for victory, in other team sports (for example in basketball) the number of shots not necessarily determines who is the strongest, but certainly which team has played a better game. The evaluation of all those situations (starting with goal-scoring opportunities) which bring a team closer to the score, certainly provides a more complete and reliable information of the game performance than the simple scoreboard.

Read More

Antonio gagliardi ci parla del modello dei Passaggi Chiave

La raccolta dati di SICS è stata progettata e implementata sin dall’inizio con l’obiettivo di differenziarsi dalle comuni catalogazioni puramente statistiche per fornire ad allenatori, tecnici e analisti in modo diretto e il più possibile immediato, informazioni utili dal punto di vista tattico e qualitativo.
Alla base di questo approccio, la scelta innovativa di non catalogare tutti i passaggi tra i giocatori ma di selezionare quelli che hanno una valenza “tattica” nello sviluppo dell’azione, andando quindi a focalizzare l’attenzione su una specifica tipologia di passaggi, i Passaggi chiave.

Read More

Stati Uniti sul tetto del mondo

Gli Stati Uniti sono campioni del mondo!
Le ragazze di Ellis battono 2-0 l’Olanda e conquistano il quarto titolo Mondiale della loro storia, il secondo consecutivo grazie alle reti di Rapinoe (miglior giocatrice della rassegna iridata) e Lavelle.
Morgan vince il titolo di capocannoniere (con Rapinoe e White) ed è stata decisiva anche ieri: pur senza andare in rete ha conquistato il rigore che ha messo in discesa il match per le statunitensi.

Read More

Fabian Ruiz trascina la Spagna

Nella finale di Udine la Spagna batte la Germania nel replay della finale del 2017 e vince gli Europei Under 21 del 2019.
Grande il rimpianto per gli azzurrini che giocavano in casa per la prima volta e che nella gara inaugurale hanno battuto 3-1 i futuri campioni.

Grande protagonista il napoletano Fabian Ruiz (miglior giocatore del torneo) che ieri ha aperto le marcature con una conclusione di sinistro ed è stato determinante anche nel raddoppio di Olmo con un Gol Procurato.

Per le furie rosse si tratta della quinta vittoria nella competizione, quella che permette agli uomini di de la Fuente di raggiungere l’Italia al primo posto nell’albo d’oro di Euro U21.

Di seguito il link per il MatchStudio della finale di ieri:

SPAGNAU21-GERMANIAU21-MatchStudio

#EuroU21
#SpagnaGermania
#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData[:]

Scroll to top
en_USEnglish