serie A

La Top 11 Sics Andata 2020-2021

Si è chiuso questo weekend uno dei gironi di Andata più avvincenti degli ultimi anni di Serie A che ha visto il Milan laurearsi campione d’inverno.

Seguono a stretto Inter e Roma. Anche in coda la lotta per la permanenza nella massima serie si prospetta avvincente e serrata fino all’ultima giornata.

Come ogni anno Sics vi propone la Top 11 con i migliori giocatori di questa prima parte di stagione.

La squadra più rappresentata è l’Inter con 3 giocatori seguita dal Verona con 2. Ci sono poi Juventus, Roma, Fiorentina, Bologna, Milan e Lazio con un giocatore ciascuna.
Siete d’accordo con la nostra selezione?

Ecco i giocatori scelti:
Silvestri;
Hakimi, Tomiyasu, Milenkovic, Theo Hernandez;
Barella, Brozovic, Zaccagni;
Mkitaryan;
Immobile, Ronaldo

In panchina:
Donnarumma;
Di Lorenzo, Djimsiti, Romero, Dimarco;
Milinkovic Savic, Locatelli, Calhanoglu;
De Paul;
Lautaro, Lukaku

*sono stati considerati i giocatori con almeno 10 presenze

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche

Andiamo a vedere nel dettaglio, giocatore per giocatore, le principali voci che hanno contribuito a creare la top 11.

Silvestri: il migliore per % parate su tiri subiti col 76,7 %. Per lui 10 anche interventi decisivi positivi. Tra i portieri con almeno 15 presenze è quello che ha subito meno reti, 18.

Hakimi: devastante l’impatto con la Serie A, 6 reti,3 assist vincenti e 1 gol procurato. Primo per passaggi chiave ricevuti (4 a partita). Effettua 3 cross a partita e ha effettuato in tutto 10 cut back (1° tra i difensori)

Tomiyasu: 1° per duelli aerei vinti (93), secondo per tackle (89) e terzo per palle recuperate (171). È il difensore con più palle recuperate nella metà campo avversaria (47). Effettua 2,6 passaggi chiave a partita con 2 reti fatte. Per lui anche 8 triangolazioni.

Milenkovic: 2° per duelli vinti (190), duelli aerei vinti (82) e nella top 10 per tackle vinti (71) e palle recuperate (153). 4° per palle recuperate nella metà campo avversaria (33). Per lui anche 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincente, oltre a 3 passaggi chiave a partita e 10 triangolazioni totali.

Theo Hernandez: 4 gol, 1 gol procurato, 3 assist vincenti. 54 passaggi chiave totali e 38 ricevuti. 1° in A per triangolazioni (26) e 4° per cut back (6).

Barella: 2 reti, 6 assist vincenti e 1 gol procurato e 5 passaggi chiave a partita. 2° in serie A per tackle vinti (68 totali) e per palle recuperate nella metà campo avversaria (40)

Brozovic: 1 gol, 6 assist e 1 third pass vincenti. Effettua 7 passaggi chiave a partita (3° in A) e quinto per palle recuperate nella metà campo avversaria (34)

Zaccagni: 5 gol, 5 assist vincenti e 2 gol procurati. Primo tra i centrocampisti per duelli vinti nella metà campo avversaria (121) e quarto per duelli vinti totali (181). Secondo per numero di cut back (10). Secondo dopo De Paul per dribbling vincenti (57 in totale)

Mkhitaryan: 8 reti fatte e 8 assist vincenti. Terzo in A (esclusi gli attaccanti) per triangolazioni (23) e per cut back (9). Effettua 4 passaggi chiave a partita

Cristiano Ronaldo: capocannoniere con 15 reti, ha all’attivo anche 2 assist vincenti. Riceve 8 passaggi chiave a partita. Tra i giocatori con almeno 10 Occasioni Gol è quello con la % realizzativa più alta: 57,1%. È l’attaccante con più triangolazioni in A (28) e in assoluto quello che ne chiude di più (21). È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Immobile: 13 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti. È il miglior realizzatore di testa (3 reti totali). Riceve 7 passaggi chiave a partita. È il secondo giocatore per tiri da dentro l’area (38). Secondo per % realizzativa su occasione da gol col 43%.

Ecco i dati dei giocatori in panchina:

Donnarumma: 74,6% di tiri parati, 10 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Per lui anche 11 passaggi chiave.

Di Lorenzo: 4 assist vincenti, 5,5 passaggi chiave a partita, 1 third pass vincente, 1 gol procurato, ben 26 triangolazioni (1° in A tra i difensori). Ha recuperato 18 palloni nella metà campo avversaria.

Djimsiti: 2° per duelli totali vinti (73,6%), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (36) e nella top 10 per % duelli aerei vinti (80,6). 5 interventi decisivi positivi e 0 negativi. Superato in dribbling solo il 27% delle volte (3°).

Romero: 2 passaggi chiave a partita. 2 assist e 1 third pass vincenti e 2 reti. Terzo miglior difensore per recuperi nella metà campo avversaria (34), recupera in media 12 palloni a partita. Tra i migliori 10 per duelli aerei vinti (56), è il migliore per tackle vinti (94). Ha anche 2 interventi decisivi positivi.

Dimarco: 2,5 cross e 4 passaggi chiave a partita, 2 assist vincenti, 1 gol procurato e 2 reti in totale. È il difensore con più traversoni (10 totali), 2° per palle recuperate nella metà campo avversaria (26)

Calhanoglu: 1 gol, 1 gol procurato, 2 third pass e 6 assiti vincenti. Effettua 6 passaggi chiave a partita ed è secondo, tra i non attaccanti, per numero di triangolazioni (27)
Locatelli: 9,5 passaggi chiave a partita, il migliore di tutta la Serie A, 2 gol, 1 assist e 1 third pass vincenti. Recupera una media di 6 palloni a partita ed è terzo per duelli vinti (186 totali) e terzo per tackle vinti (66). Ha al suo attivo anche 2 interventi decisivi positivi.

Milinkovic Savic: 4 reti, 5 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 4,5 passaggi chiave a partita e ne riceve 8. Sempre nei migliori cinque per: duelli aerei vinti (62), duelli totali vinti (176), duelli vinti nella metà campo offensiva (88). Per lui anche un intervento decisivo positivo.

De Paul: 4 reti, 2 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato. Effettua 7,7 passaggi chiave a partita (solo Locatelli meglio di lui). È il migliore per dribbling riusciti (88 totali), per duelli totali vinti (203) e per numero di triangolazioni totali (31)

Lukaku: 12 reti, 3 assist e 1 third pass vincenti. Riceve 11 passaggi chiave a partita. È il terzo giocatore per tiri da dentro l’area (37)

Lautaro Martinez: 9 reti, 3 assist vincenti e 1 gol procurato. Quarto per % realizzativa su occasione da gol col 40%. Primo per tiri da dentro l’area (39) e secondo per gol di testa (2)

Riparte la Serie A dopo la sosta nazionali

Dopo la seconda sosta per le Nazionali, anche questa ricca di soddisfazioni per i colori azzurri, riparte la Serie A. Facciamo allora il punto fino a questo momento andando a prendere in considerazione l’Indice di Pericolosità.

In questa breve analisi per comodità indicheremo con:
IPO l’Indice di Pericolosità
IRD l’Indice di Rischio Difensivo
IPO-IRD la differenza tra i 2 indici sopracitati.

• Milan e Napoli che si affrontano nel big match di domenica stanno meritando la posizione in classifica che ricoprono: i partenopei sono la migliore squadra per rapporto IPO-IRD, seguiti proprio dai rossoneri.
• Stupisce la posizione dell’Udinese, quarta migliore squadra in questa particolare graduatoria. I friulani pagano la scarsa vena realizzativa: segnano una rete ogni 54.5 punti IPO, la peggior squadra in Serie A, dove la media è di una rete ogni 27.7 punti IPO.
• La Juventus campione in carica non rientra nella top five per IPO, solo ottava. Rientra invece tra le migliori per quanto riguarda la fase difensiva, quarta per IRD.
• L’Inter è fuori dalle migliori 5 sia per IPO che per IRD ma la differenza tra i due parametri la colloca al quinto posto.
• Il Verona pur avendo cambiato molti interpreti si conferma squadra estremamente solida, per segnare agli scaligeri occorre produrre 75 punti IPO!
• Il Sassuolo è al top per produzione offensiva ma concede ancora tanto all’avversario, 51 il suo IRD
• Le tre neopromosse sono sul fondo della classifica per quanto riguarda IPO, IRD e rapporto IPO-IRD, assieme a Parma e Genoa.
• La Lazio sta faticando un po’ più della scorsa stagione, lo confermano il basso IPO (solo 13° i biancocelesti) ma ha una buona solidità difensiva (nona in classifica).
• L’Atalanta è ormai a tutti gli effetti una big del nostro calcio e si conferma tra le migliori 5 in tutti e tre gli indici.
• Ranieri ha dato solidità alla Sampdoria (47 l’IRD) ma i blucerchiati sono carenti per quanto riguarda la produzione offensiva (44 l’IPO)
• Il Cagliari anche in questo inizio stagione si conferma una squadra che ha bisogno di pochi punti IPO per segnare una rete, appena 20! Alla stessa giornata dello scorso campionato solo Sassuolo e Inter erano meglio dei sardi.

#IndiceDiPericolosità #matchanalysis #SerieATIM #classifiche

Webinar sui dati Tracking

La prestazione fornita da un giocatore in partita è un importante riferimento per la pianificazione dell’allenamento settimanale.

I sistemi usati per la misurazione della prestazione fisica nei massimi Campionati sono però solitamente diversi: GPS per l’allenamento e VideoTracking per la partita.

  • Questi sistemi forniscono misure consistenti?
  • Se forniscono valori diversi, le differenze sono in qualche modo prevedibili?
  • Esistono dei sistemi che rendono minime le differenze garantendo un “buona” precisione e accuratezza?

Queste sono alcune delle domande a cui abbiamo risposto ieri sera durante il webinar, riservato agli staff di Serie A e B, con titolo: “Misura della Prestazione in Partita e in Allenamento” e che ha visto la partecipazione di oltre cinquanta ospiti

Organizzato in collaborazione con EXELIO, erano presenti come relatori due dei massimi esponenti della preparazione fisica in ambito calcistico:

  • Paolo Barbero
  • Cristian Osgnach

#tracking #webinar #datifisici

La Top 11 Sics 2019-2020

È finito ieri il campionato più lungo della storia della Serie A con la Juventus che si è laureata Campione d’Italia per la nona volta consecutiva seguita da Inter, Atalanta e Lazio

Scendono in B invece Spal, Brescia e, dopo una lotta avvincente anche il Lecce

Come ogni anno SICS vi propone la Top 11 dei migliori giocatori del campionato

La squadra più rappresentata è la Lazio, che dopo una grande stagione porta 3 giocatori nella nostra classifica

Siete d’accordo con la nostra selezione?

Ecco i giocatori scelti:

Handanovic;

Di Lorenzo, Smalling, Acerbi, Gosens;

Luis Alberto, Fabian Ruiz, Kulusevski;

Gomez, Immobile, Cristiano Ronaldo

In panchina:

Strakosha;

Hateboer, Djimsiti, De Vrij, Theo Hernandez;

Bentancur, Pjanic, Milinkovic-Savic;

Caputo, Lukaku, Dybala

 
Di seguito troverete, giocatore per giocatore, le statistiche che hanno contribuito a creare la nostra Top 11. 

Handanovic: vanta la miglior difesa del campionato. Ha il 72% di tiri parati, 22 interventi decisivi positivi e 2 negativi. 38 Passaggi chiave fatti (2 assist), secondo migliore dopo Consigli.

Di Lorenzo: 21 assist totali e 3 quelli vincenti. 10 cut back fatti (4° in A). Per lui anche 3 reti fatte e 3 assist vincenti. 3° in A per palloni recuperati nella metà campo avversaria, 44. 42 triangolazioni (27 fatte e 15 chiuse)

Smalling: ha vinto il 73.5% dei duelli (1° in A). Quarto per duelli aerei vinti, 77% e quarto per tackle vinti (92%). Viene saltato in dribbling il 47% delle volte. Ha realizzato anche 3 reti e 2 assist vincenti

Acerbi: 3 Passaggi chiave a partita, 2 assist vincenti e 2 cut back totali. Per lui anche 13 passaggi chiave in totale destinati nell’area avversaria. Al suo attivo anche 4 interventi decisivi e 0 negativi. Ha vinto il 70% dei duelli (terzo in A)

Gosens: 9 reti, 8 assist vincenti e 1 gol procurato. Ha effettuato in totale 9 cut back. Riceve inoltre 1.9 passaggi chiave a gara.

Luis Alberto: 7 passaggi chiave a partita (primo in A). 85 assist totali. 15 assist vincenti, 2 third pass vincenti e 2 gol procurati e 6 gol fatti. Esclusi gli attaccanti, è il giocatore che effettua più tiri in A, 83

Fabian Ruiz: 7 passaggi chiave a partita, è terzo per numero di triangolazioni, 55 ed è quello che ne chiude di più, 33. Per lui 3 gol, 6 assist e 1 third pass vincenti e 1 gol procurato. È quarto per palle recuperate nella metà campo avversaria, 60 totali.

Kulusevski: al suo primo anno di Serie A si presenta con 10 gol, 8 assist vincenti e 2 gol procurati. Riceve in media 5 passaggi chiave a partita e ne fa 3. È secondo per numero di triangolazioni, 57. È primo per dribbling vincenti, 97 in totale

Cristiano Ronaldo: vicecapocannoniere con 31 reti in 33 gare. Coinvolto in 50 triangolazioni (secondo dopo Insigne), per lui anche 6 assist vincenti, 1 gol procurato e 6 cut back

Immobile: capocannoniere della Serie A con 36 gol e record di Higuain eguagliato. Effettua 3.7 tiri a partita e 1.4 passaggi chiave e riceve 7.8 passaggi chiave per match (2.2 in area). Per lui anche 8 assist vincenti e 8 cut back totali

Gomez: 6 passaggi chiave a partita, 7 reti, 17 assist vincenti, 4 third pass vincenti e 1 gol procurato. Primo tra gli attaccanti per crossi riusciti, 27 totali. Secondo dopo Boga per dribbling vincenti, 108 in totale

 

Questi i numeri delle “riserve”

Strakosha: 75% di tiri parati, 32 interventi decisivi positivi e 0 negativi. 20 Passaggi chiave fatti (2 assist)

Hateboer: 39% di cross riusciti, 4 assist vincenti su 33 totali (1 a partita). Ha ricevuto 24 passaggi chiave in area avversaria, secondo in serie A (1° Faraoni). Ha al suo attivo anche 4 assist vincenti

Djimsiti: ha vinto il 68% dei duelli totali e il 73% di quelli aerei (sempre tra i migliori 10). Effettua in media 2.3 passaggi chiave a partita, ha al suo attivo anche 1 assist vincente e 2 reti. Per lui anche 6 interventi decisivi positivi e 1 negativo

De Vrij: secondo per palle recuperate, 277 totali e 30 nella metà campo avversaria. Tra i difensori con almeno 30 partite è quello che ha perso meno palloni, 41. Ha segnato anche 4 reti e fornito 3 assist vincenti

Theo Hernandez: 6 reti e 3 assist vincenti. 1° per cut back (20)e secondo per triangolazioni, ben 41 (31 fatte e 10 chiuse). 2° in A per dribbling positivi, 67 totali, il 76% di quelli tentati

Bentancur: 7 assist e 1 third pass vincenti, 1 gol procurato e una media di 4 passaggi chiave a partita. Prezioso in interdizione: 62 palloni recuperati nella metà campo avversaria (secondo), 206 duelli vinti

Pjanic: 7 passaggi chiave a partita, 3 reti fatte, 6 assist e 2 third pass vincenti, 3 gol procurati. 56 palloni recuperati nella metà campo avversaria

Milinkovic-Savic: 7 reti, 6 assist e 2 third pass vincenti, 1 gol procurato. Coinvolto in 36 triangolazioni, è primo per lanci del portiere ricevuti, 73. Dominante dal punto di vista fisico, primo per duelli vinti totali, 306, e per duelli aerei, 119. Primo per tiri di testa fatti, 14.

Caputo: Grande stagione la sua con 21 reti e 7 assist vincenti. Anche 1 gol procurato per lui. Coinvolto in 34 triangolazioni, 6 fatte e ben 28 chiuse. Riceve 8 passaggi chiave a partita

Lukaku: alla sua prima stagione in Italia chiude con 23 reti, 1 assist e 1 third pass vincenti e 1 gol procurato. Riceve 10 passaggi chiave a partita. Per lui anche 4 cut back e 2 traversoni. Effettua in media 2 passaggi chiave a partita.

Dybala: 11 reti e 7 assist vincenti + 4 gol procurati. Effettua 4 passaggi chiave a partita e ne riceve 7. Coinvolto in 39 triangolazioni, 19 fatte e 20 chiuse. Per lui anche 6 cut back. Ha anche recuperato 53 palloni, 33 nella metà campo avversaria.

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #SerieA #Top11

Ramsey-Dybala decidono il derby d’Italia

In una serata decisamente particolare la Juventus si aggiudica il primo derby d’Italia della storia a porte chiuse.

Decidono la gara una rete in mischia di Ramsey nel momento migliore dei nerazzurri e una perla di Dybala che avrebbe meritato una cornice sicuramente diversa.

Nel mezzo una gara con poche emozioni, 3 Occasioni da gol in tutto e tutte di marca bianconera: una in apertura con la svirgolata di Douglas Costa, la rete di Dybala e l’occasione finale di CR7 a partita ormai finita.

Per l’Inter è stata la gara con il più basso Indice di Pericolosità in stagione, appena 13 punti per gli uomini di Conte, 9 dei quali nella prima frazione e un solo tiro nello specchio di Szczesny.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

JUVENTUS-INTER-MatchStudio

#SerieATIM  #JuveInter #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità #WeAreCalcio

Lazio-Verona, sfida al Top!

Stasera nel recupero della 17° giornata si affrontano S.S. Lazio e Hellas Verona FC, due delle squadre sicuramente più in forma dell’ultimo periodo.

Nelle ultime 5 giornate infatti i gialloblù sono stati la squadra col l’Indice di Pericolosità più alto dopo l’Atalanta con 65,6 punti. Lazio quinta squadra più pericolosa con 55,8 punti.
Gli uomini di Inzaghi sono stati quelli che hanno concesso meno agli avversari, con un Indice di Rischio Difensivo di 28,6 punti, terzo il Verona con 34,2.
Scaligeri che sono la seconda squadra per rapporto IPO-IRD sempre dopo l’Atalanta con 31,4, terza la Lazio, con 27,2.
Nelle ultime 5 partite alla Lazio sono bastati 20 punti IPO per segnare una rete (media di Serie A è 33,5) mentre il Verona subisce una rete ogni 57 punti IRD.

Si preannuncia quindi un match equilibrato e decisamente avvincente, chi la spunterà stasera?

#MatchAnalysis #BigData #OpenData #IndicediPericolosità #Statistiche #LazioVerona #SerieATIM

About us...

Su Sky Sport si parla ancora dell’ Indice di Pericolosità, presentato nella puntata del 24 Novembre di Sky Calcio Club da Maurizio Viscidi, con interessanti spunti sulla classifica di Serie A utilizzando la classifica delle differenze tra Indice di pericolosità Offensiva (IPO) e Indice Di Rischio Difensivo (IRD)

Leggi l’articolo a questo link:

Il “Goal Procurato”, novità in casa Sics

Scopriamo le novità Sics per la nostra raccolta statistica della stagione 2015/16.
GOAL PROCURATO
Particolari situazioni in cui un giocatore contribuisce in maniera determinante ad un goal della propria squadra pur non facendo un assist o un third pass vincente.
Crediamo che debba essere premiato il giocatore che partecipa in maniera attiva ad un goal della propria squadra anche senza necessariamente effettuare l’assist o il third pass.

Ecco qui un esempio concreto avvenuto domenica scorsa in Verona-Torino:

Le situazioni di giuoco che determinano un goal procurato sono le seguenti:

. velo-assist: velo che mette fuori causa uno o più difensori liberando il compagno che segna la rete.
. tiro respinto: tiro respinto dal portiere o da un difensore (nei pressi dell’area piccola) e immediatamente ribattuto in rete da un compagno.
. azione personale: un giocatore tramite un’evidente azione personale crea una situazione pericolosa per la squadra avversaria (senza che questa si tramuti in un assist) che viene poi sfruttata da un compagno che realizza la rete)
. autorete: un giocatore provoca un’autorete degli avversari tramite un tiro, un passaggio chiave, un cross o un’azione personale.
. rigore: un giocatore procura un rigore poi realizzato da un compagno.

Questa voce ci permetterà inoltre di avere il reale contributo offensivo del giocatore rispetto alle reti totali della sua squadra: oltre ai goal segnati in prima persona e agli assist forniti, abbiamo (unici fra le principali aziende) i third pass e i gol procurati!
Cosa ne pensate?

Le statistiche della 30° giornata

Nell’immagine di copertina dell’articolo i 6 giocatori che, dati SICS alla mano, hanno effettuato le migliori prestazioni in alcune speciali classifiche.

Tiri
6 giocatori hanno effettuato lo stesso numero di conclusioni, 4, ma Iago (Genoa) ha avuto una maggiore precisione calciandone 3 in porta, di cui uno vincente. A Seguire Pellissier (Chievo Verona) che ha concluso in porta 2 dei suoi 4 tiri. Ennesima conferma poi per Toni (Hellas Verona) che con i 4 tiri dell’ultima giornata raggiunge quota 78, media di 2,6 a partita, secondo dietro solo a Dybala (Palermo.

Passaggi Chiave
Podio italiano di tutto rispetto per questa speciale statistica di giornata: Marchisio (Juventus) a 11, Valdifiori (Empoli) e De Rossi (Roma) entrambi a 10. Il giocatore dell’Empoli continua a comandare la classifica generale dei passaggi chiave con un totale di 206 (media a partita di 7,4).

Recuperi Palla
Wague (Udinese) primeggia nella speciale classifica con 19 palloni recuperati, a seguire altri 4 difensori a 15 tra cui 2 giocatori della Juventus (Chiellini e Ogbonna). Prestazione di tutto rispetto per questi primi 5 dato che i migliori 10 della generale recuperano in media 9,3 palloni a partita.
Analizzando nello specifico i palloni recuperati nella metà campo avversaria troviamo al primo posto Ekdal (Cagliari) con 5 e sul secondo gradino del podio 7 giocatori a 4. Sia nella classifica di giornata che in quella generale a comandare sono i centrocampisti.

Dribbling
Con 8 dribbling vincenti sui 10 tentati sottolineiamo la prestazione di Perotti (Genoa) che in stagione ha un ottimo 74,1% di dribbling vincenti. Buona prestazione anche di Hernanes (Inter) con un 5 su 7 di vincenti e da segnalare il 5 su 5 di Florenzi (Roma).

Parate
A comandare questa speciale classifica di giornata tutti portieri imbattuti: Lamanna (Genoa) ha effettuato 7 parate sui 7 tiri subiti, Berisha (Lazio) 6 su 6 e Handanovic (Inter) 5 su 5, tra cui un rigore parato. A conferma della sua fama di “pararigori” i 4 penalty parati in stagione sui 5 subiti.

Per tutti questi dati come sempre ringraziamo i nostri analisti.

Le statistiche della 29° Giornata

Grazie al lavoro dei nostri analisti analizziamo alcune speciali classifiche di giornata per valutare le prestazioni dei singoli, prestazioni che si riflettono poi in maniera più o meno determinante nei risultati della loro squadra.

Tiri
Sembra aver trovato la squadra e la città dove concludere degnamente una carriera di tutto rispetto. Stiamo parlando di Toni (Hellas Verona) che ha effettuato 7 conclusioni, di cui 3 in porta, e realizzando 2 gol. A seguire Tevez (Juventus) con 5 tiri tutti in porta, tra cui il gol che ha sbloccato la partita, e Dybala (Palermo) sempre con 5 conclusioni ma solo 1 in porta, il rigore del momentaneo pareggio.
L’attaccante argentino del Palermo guida la classifica generale dei tiri con 80 conclusioni, di cui 39 in porta, per una media a partita di 2,9 tiri.

Passaggi Chiave
Due giocatori della stessa squadra primeggiano la classifica di giornata dei passaggi chiave: Brienza, con 10, e Giorgi, con 9, del Cesena. Brienza non è una novità in questa speciale classifica essendo il 6° attaccante nella generale con una media di 3,7 passaggi chiave a partita.

Recupero Palla
De Vrij (Lazio) è il giocatore che ha recuperato più palloni di tutti in quest’ultima giornata di campionato (15) e si conferma uno specialista nel recupero palla visto il 2° posto nella generale. A seguire Avelar (Cagliari) e Basanta (Fiorentina) con 13.
Analizzando lo specifico i recuperi effettuati nella metà campo avversaria troviamo Brighi (Sassuolo) a 7, Avelar (Cagliari) a 5 e parecchi giocatori a 4 tra cui Vidal (Juventus), Felipe Anderson e Biglia (Lazio), Mertens (Napoli) e Mpoku (Cagliari).

Dribbling
Terzetto di enorme qualità al primo posto di questa speciale classifica di giornata: Dybala (Palermo), Salah (Fiorentina) e Felipe Anderson (Lazio). I primi 2 hanno vinto 6 dribbling sui 7 tentati, mentre il brasiliano della Lazio ne ha vinti 5 su 7. Quest’ultimo però ha scavalcato nella generale Gervinho (Roma) registrando una media di 3 dribbling vincenti a partita contro i 2,95 dell’ivoriano. A conferma della qualità dei giocatori ai primi posti in questa statistica troviamo al terzo posto Menez (Milan) con una media di 2,6 dribbling vincenti a partita.

Portiere
Mirante (Parma) ha contribuito in maniera decisiva al pareggio della sua squadra nella trasferta contro l’Inter: 5 parate sui 5 tiri subiti, 10 uscite e 1 intervento decisivo positivo.
Da segnalare anche le prestazioni di De Sanctis (Roma), ha parato tutti e 5 i tiri subiti aggiungendo 4 uscite e 1 intervento decisivo positivo, e Brkic (Cagliari), che ha evitato un passivo maggiore ai suoi grazie alle sue 7 parate, 3 uscite e soprattutto ai 4 interventi decisivi positivi.

Scroll to top
en_USEnglish