Match Analysis

La Top 11 Sics del girone di andata

Si è chiuso questo weekend uno dei gironi di Andata più avvincenti degli ultimi anni di Serie A.
La Juventus si è confermata Campione d’inverno seguita a stretto contatto dall’Inter e da una grande Lazio reduce da 10 vittorie consecutive! Al quarto posto l’Atalanta ormai sempre più abituata all’alta quota. Anche in coda la lotta per la permanenza nella massima serie si prospetta avvincente e serrata fino all’ultima giornata.
 
Come ogni anno Sics vi propone la Top 11 con i migliori giocatori di questa prima parte di stagione.
 
La squadra più rappresentata è la S.S. Lazio fresca vincitrice della Supercoppa con 3 giocatori. Seguono Juventus e Atalanta Bergamasca Calcio con 2, poi AS Roma, SSC Napoli, Torino Football Club e SPAL con 1 giocatore ciascuna.
 
Ecco i giocatori scelti, cosa ne pensate?
 
Berisha;
Hateboer, Smalling, Toloi, Ansaldi;
Zielinski, Pjanic, Milinkovic-Savic;
Luis Alberto;
Immobile, Cristiano Ronaldo
 
In panchina:
Handanovic;
Di Lorenzo, Acerbi, Skriniar, Theo Hernandez;
Nainggolan, Brozovic, Fabian Ruiz;
Ilicic;
Lautaro Martinez, Lukaku
 
Di seguito troverete, giocatore per giocatore, le statistiche che hanno contribuito a creare la nostra Top 11. 

Berisha: 74.3% di tiri parati, 25 interventi decisivi positivi e 1 solo negativo.

Hateboer: 1.64 assist a gara (1° in A) 24 totali e 3 quelli vincenti. 2° per cross riusciti (18 in totale, 1.23 a gara).

Smalling: ha segnato 2 reti e fornito 1 assist vincente. Ha vinto il 72.4% dei duelli, 2° in A recuperando 7 palloni di media a partita. È il difensore ad aver vinto più duelli nella metà campo offensiva, ben il 70% ed il 4° per duelli aerei vinti dopo Bruno Alves, De Ligt e Manolas. Ha vinto inoltre l’86.7% dei tackle.

Toloi: 5.5 Passaggi chiave a partita (migliore in A), 11 assist e ben 5 vincenti. 10 triangolazioni di cui 8 fatte e 2 chiuse. Ha recuperato 8 palloni a partita, 1.6 dei quali nella metà campo avversaria. Al suo attivo anche 4 interventi decisivi.

Ansaldi: 4 reti e 2 assist vincenti. Mette 4,2 cross per partita (2° in A) e ha effettuato in totale 5 cut back. Al suo attivo 3.74 dribbling positivi per match. Riceve inoltre 2.5 passaggi chiave a gara.

Zielinski: 6 passaggi chiave a partita. 1 gol segnato e 2 assist vincenti. Effettua 1.8 tiri a partita di cui in totale 29 da fuori (1.5 per match) che lo rendono il giocatore che tira di più da fuori area. E’ stato coinvolto in 20 triangolazioni e con 13 fatte è il primo in A. è 4° per recuperi nella metà campo avversaria, 36 totali.

Pjanic: 8.1 chiave a partita (migliore in A), 2 assist vincenti e 3 reti. Recupera 6.7 palloni a partita e ha preso parte a 15 triangolazioni, 6 fatte e 9 chiuse.

Milinkovic-Savic: 3 reti, 5 assist vincenti e 1 gol procurato. Effettua 4 passaggi chiave a partita e ne riceve 4.7. 2° in A per duelli tackle vinti (44.3% del totale). È il centrocampista che riceve più palloni dal portiere, quasi 2 a partita

Luis Alberto: 7.4 passaggi chiave effettuati a partita (2 per match arrivano in area, il migliore in A). 11 assist vincenti in totale, 3 reti e 1 gol procurato. 5 i passaggi chiave ricevuti a partita. In totale 16 triangolazioni (7 fatte e 9 chiuse).

Immobile: 20 reti in 18 partite e 5 assist vincenti. Effettua 3.7 tiri a partita e 1.4 passaggi chiave e riceve 7.8 passaggi chiave per match (2.2 in area)

Cristiano Ronaldo: vicecapocannoniere alla pari di Lukaku con 14 reti, in più rispetto al belga ci sono 2 assist vincenti. Effettua 2.4 passaggi chiave a partita e ne riceve 2.25 in area ed è stato coinvolto il 22 triangolazioni (10 fatte e 12 chiuse).

 

Questi i numeri delle “riserve”

Handanovic: 78% di tiri parati, 15 interventi decisivi positivi e 1 rigore parato su 2.

Di Lorenzo: E’ il difensore che ha ricevuto più passaggi chiave in area avversaria, 16 totali! Ha recuperato 25 palloni nella metà campo avversaria (1° in A). Ha effettuato 7 cut back (2° in campionato).

Acerbi: 72% di duelli vinti (3°in A), ha vinto il 60%dei dribbling subiti (3°). Recupera 8 palloni  apartita (4° in A)

Skriniar: 1° per palle recuperate, 135 totali (7.5 per gara) e nella top 10 per passaggi chiave effettuati, 3.5 per match

Hernandez: 4 reti fatte e 2 assist vincenti. Ha il 71% di dribbling positivi e ha vinto il 70% dei duelli aerei. Con lui in campo il Milan subisce una rete ogni 81 minuti. Ha effettuato inoltre 8 cut back, più di ogni altro giocatore in A!

Nainggolan: 4 gol e 5 assist vincenti. È il giocatore con più reti da fuori area, 4. È 1° per duelli tackle vinti con 44.4%. Effettua 1.9 tiri e 3 passaggi chiave a partita e ne riceve 4.

Brozovic: 6.3 passaggi chiave a partita, 2 reti fatte e 5 assist vincenti. Coinvolto in 13 triangolazioni, 9 fatte e 4 chiuse. Recupera 5.4 palloni per match.

Fabian Ruiz: 1° per recuperi nella metà campo offensiva (43), 1° per numero di triangolazioni (26: 12 fatte e 14 chiuse). Effettua 1.8 tiri e 6.3 passaggi chiave a partita. Fino ad ora 1 gol, 2 assist e 1 third pass vincenti.

Ilicic: 9 reti e 3 assist vincenti + 2 gol procurati. Riceve 8.3 passaggi chiave a partita. Coinvolto in 13 triangolazioni, 5 fatte e 8 chiuse. Per lui anche 2 Third pass vincenti.

Lautaro Martinez: 10 reti, 1 assist vincente e 3 gol procurati. Riceve 7 passaggi chiave a partita. 4° per palloni recuperati nella metà campo avversaria, 17 totali. 3° tra gli attaccanti per falli subiti in serie A, 44.

Lukaku: 14 reti e 1 assist vincente alla prima stagione in Italia. Riceve 9.6 passaggi chiave a partita. È con Ronaldo la punta che chiude più triangolazioni, 12.

*sono stati considerati i giocatori con almeno 10 presenze

#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData
#Statistiche

La Lazio vince la Supercoppa!

E’ la Lazio di Simone Inzaghi ad aggiudicarsi il primo trofeo stagionale battendo la Juventus nella finale di Riyadh.

Le reti di Luis Alberto, Lulic e quella in chiusura di Cataldi vanificano il pareggio allo scadere del primo tempo di Dybala e fissano il risultato sul 3-1, score che permette ai biancocelesti di aggiudicarsi la quinta Supercoppa della loro storia

Di seguito il link per il MatchStudio della finale di ieri:

JUVENTUS-LAZIO-MatchStudio

 

#CocaColaSupercup
#JuveLazio
#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData

L’Indice di Pericolosità su Sky!

Ieri sera a Sky Calcio Club si è parlato di #IndiceDiPericolosià, l’Indice inventato da Maurizio Viscidi con la collaborazione di Antonio Gagliardi e raccolto da Sics che va a “misurare” la prestazione delle squadre sia dal punto di vista offensivo che difensivo.

Qui alcuni dei passaggi più interessanti andati in onda ieri sera:

Ieri sera a Sky Calcio Club si è parlato di #IndiceDiPericolosià, l'Indice inventato da Maurizio Viscidi con la…

Posted by Sics on Monday, 25 November 2019

L’Indice di Pericolosità sulla Gazzetta dello Sport!

Il nostro Indice di Pericolosità (nato da un’idea di Maurizio Viscidi) approda sulla La Gazzetta dello Sport.
Siamo felici di poter contribuire (in piccola parte) ad una visione più oggettiva e meno parziale del gioco del calcio!

Cos’è l’indice di pericolosità?

L’indice di pericolosità: un nuovo dato che ci permette di analizzare quali squadre hanno ottenuto più punti di quanti ne meritavano, e quali meno.

Con l’obiettivo di valutare quanto una squadra riesca a rendersi pericolosa, SICS ha elaborato un Indice di Pericolosità Offensiva (IPO): un parametro cioè che tiene conto di una serie di eventi (da un calcio d’angolo a una conclusione dentro l’area, da un cross senza colpo di testa ad una punizione laterale), assegnando loro un diverso peso (positivo) in base all’importanza. Ad esempio, il calcio di rigore ha il valore più grande (perché è maggiore la probabilità di segnare), mentre un corner ne avrà uno inferiore.

Questa la componente soggettiva dell’indice, la scelta del tipo di azioni da considerare pericolose e il peso da assegnare loro. Per questo è importante dire che l’indice di SICS è stato elaborato con il supporto fondamentale di chi vive il calcio da dentro da molti anni. Stiamo parlando di Maurizio Viscidi, responsabile dello scouting Club Italia giovanili e vice coordinatore delle nazionali giovanili della FIGC, quasi 30 anni di esperienza da allenatore, che ha lavorato all’indice insieme ad Antonio Gagliardi e Marco Scarpa, analisti tecnici nello staff della Nazionale A.

 

 

2

 

 

3

Match Analysis & partite storiche

Continua la nostra collaborazione con la rivista “L’Ultimo Uomo” questa volta con un’iniziativa speciale: le grandi partite del passato rianalizzate tatticamente e con i moderni strumenti di match analysis.

Chi è il giocatore che ha fatto più assist nella famosa semifinale Milan – Real Madrid del 1989? Roberto Donadoni.
E come non sottolineare la prestazione di Ronald Koeman nella finale di Wembley (1992) contro la Sampdoria? Oltre al goal vittoria, 4 assist e 14 passaggi chiave per il difensore olandese del Barcellona.

Sul sito di “L’Ultimo Uomo” (http://www.ultimouomo.com/) troverete gli articoli e le considerazioni tattiche, qui sotto invece potete scaricare i report pdf integrali di Milan – Real Madrid (1989), Barcellona – Sampdoria (1992) e Germania – Francia (1982):

MILAN1989-REALMADRID1989-MatchStudio.pdf

BARCELLONA1992-SAMPDORIA1992-MatchStudio.pdf

GERMANIA1982-FRANCIA1982-MatchStudio.pdf

Buona lettura!

Glossario raccolta dati

Glossario dei termini per la raccolta dati SICS stagione 2015-2016

INDICE DI PERICOLOSITA’

E’ un indice che misura la capacità dimostrata da ciascuna squadra di creare situazioni potenzialmente pericolose per l’avversario durante la partita e quantifica quindi la pericolosità offensiva di una squadra.

Nato da un’idea di Maurizio Viscidi, vice coordinatore delle nazionali italiane giovanili, con la collaborazione di Antonio Gagliardi e Marco Scarpa, tecnici della Nazionale A e sviluppato da SICS, l’indice di pericolosità viene calcolato come somma ponderata delle azioni offensive create dalla squadra durante la partita.

Occasioni da gol, Azioni promettenti, Tiri, Corner, Cross, Passaggi chiave, contribuiscono a dare una valutazione oggettiva del lavoro in attacco di una squadra, la cui incompleta valutazione viene spesso limitata alla semplice presenza o meno del gol.

Nel calcio la rete può nascere da situazioni casuali ma diventare decisiva per la vittoria, in altri sport di squadra, ad esempio nel basket, il numero dei canestri non necessariamente determina chi è più forte, ma indubbiamente chi ha disputato una miglior partita. Valutare tutte quelle situazioni (a partire dalle occasioni da gol) che avvicinano una squadra alla marcatura fornisce senz’altro un’indicazione più completa e attendibile della prestazione in partita rispetto al semplice tabellino.

AZIONE D’ATTACCO / DIFESA

Contropiede

Veloce ribaltamento del gioco, con transizione rapida da fase difensiva a fase offensiva.

Occasione gol

Situazione offensiva in cui il giocatore (attaccante) si trova a calciare (o a colpire di testa) da posizione centrale ravvicinata (fino ai 16 metri) davanti al portiere, senza nessun avversario (difensore) davanti. In questa situazione la probabilità di segnare una rete è tatticamente elevata e dipende esclusivamente dall’esecuzione del tiro (componente tecnica). Non sono incluse le situazioni di palla inattiva.

Le condizioni che definiscono una occasione da gol sono quindi:

  • Giocatore in area di rigore (rivolto verso lo specchio della porta)
  • In situazione di 1vs1 con il portiere avversario.
  • Nessun giocatore avversario (difensore) che lo contrasti/ostacoli direttamente nel momento della conclusione

Azione promettente

Si definisce azione promettente ogni potenziale occasione da gol (uomo davanti a portiere) vanificata al momento dell’assist, per imprecisione del passaggio o per effetto di un intervento decisivo della difesa. Rientrano tra le azioni promettenti anche le situazioni in cui l’attaccante si trovi a calciare da posizione centrale ravvicinata (fino ai 20 metri) con un solo difensore tra se e il portiere. In definitiva potremmo definirla come un’azione che poteva diventare occasione da goal ma che si ferma un passaggio prima o è ostacolata da un difensore che impedisce l’uno contro uno con il portiere avversario.

Pressing

Situazione di fase difensiva in cui la squadra o un reparto in azione collettiva e posizione medio alta si contrappone all’inizio manovra della squadra avversaria rallentandola sensibilmente e portando a un eventuale recupero palla.

PASSAGGIO CHIAVE

Il passaggio chiave è una trasmissione di palla che apporta un contributo significativo allo sviluppo dell’azione d’attacco. Sono passaggi chiave quelle verticalizzazioni che raggiungono e smarcano un proprio compagno superando almeno una linea di difesa avversaria. Sono inoltre passaggi chiave  quei particolari cambi gioco che raggiungono un compagno smarcato nella trequarti d’attacco, che abbia adeguato tempo e spazio per poter effettuare una giocata pericolosa (non vengono considerati i cambi gioco con difesa schierata).

Assist

Passaggio (anche se deviato) prima di un tiro. L’Assist è vincente se porta al gol.  Un assist viene considerato vincente anche nel caso in cui un primo tiro venga ribattuto e un secondo tiro immediato  da parte dello stesso giocatore porti alla rete.

Third pass

Passaggio chiave prima di un assist. Il Third pass è vincente se porta al gol.

NOTA: Tutti gli assist o i third pass sono passaggi chiave, non tutti i passaggi chiave sono assist o third pass.

GOL PROCURATO

Particolari situazioni in cui un giocatore contribuisce in maniera determinante ad un goal della propria squadra pur non facendo un assist o un third pass vincente.
Le situazioni di giuoco che determinano un goal procurato sono le seguenti:

  • velo-assist: velo che mette fuori causa uno o più difensori liberando il compagno che segna la rete.
  • tiro respinto: tiro respinto dal portiere o da un difensore (nei pressi dell’area piccola) e immediatamente ribattuto in rete da un compagno.
  • azione personale: un giocatore tramite un’evidente azione personale crea una situazione pericolosa per la squadra avversaria (senza che questa si tramuti in un assist) che viene poi sfruttata da un compagno che realizza la rete)
  • autorete: un giocatore provoca un’autorete degli avversari tramite un tiro, un passaggio chiave, un cross o un’azione personale.
  • rigore: un giocatore procura un rigore poi realizzato da un compagno

    TIRO FATTO

    Conclusione effettuata verso lo specchio della porta. Sono escluse le conclusioni respinte purchè non siano ribattute sulla linea di porta.

    DRIBBLING

    Situazione di 1vs1, in cui un giocatore in possesso palla prova a superare un diretto avversario. Se l’avversario viene superato mantenendo il possesso, il dribbling è positivo, se non si riesce a superare il difensore o si perde il possesso palla il dribbling è negativo. Ogni dribbling è anche un duello.

    INTERVENTO DECISIVO

    Per intervento decisivo si intende un evento compiuto in fase difensiva correlato a un’occasione da goal o azione promettente.

    L’Intervento decisivo è positivo se il difensore con un salvataggio, una respinta, un tackle impedisce la concretizzazione dell’occasione da goal o azione promettente.

    L’intervento decisivo è negativo se il difensore con un retropassaggio, una palla persa, un clamoroso liscio, causa un’occasione da goal o azione promettente.

    DUELLO

    Situazione di 1vs1 con contrasto (anche aereo).
    Un duello è vinto quando un giocatore guadagna o mantiene il possesso palla.
    Sono considerati duelli anche tutti i dribbling e i falli.

    RECUPERA PALLA

    Ogni palla recuperata che comporta un cambio di possesso definitivo. Viene considerato definitivo il possesso del pallone se il giocatore che recupera mantiene il pieno controllo o effettua almeno un passaggio che raggiunge un compagno.

    PERDE PALLA

    Ogni palla persa che comporta un cambio di possesso definitivo. Viene considerato definitivo il possesso del pallone se il giocatore che recupera mantiene il pieno controllo o effettua almeno un passaggio che raggiunge un compagno.

    CROSS

    Cross/Traversone: passaggio effettuato da zona laterale negli ultimi 30 metri verso l’area di rigore. Sarà positivo se raggiunge un compagno, negativo in caso contrario.
    Un cross può essere un assist o third pass.

    GIOCO DEL PORTIERE

    Passaggi: tutte le trasmissioni palla corte e basse (positive e negative) effettuate dal portiere. Un passaggio sarà considerato positivo se raggiunge un compagno, negativo in caso contrario.
    Lanci: tutte le trasmissioni palla lunghe e alte (positive e negative) effettuate dal portiere. Un lancio sarà considerato positivo se raggiunge un compagno, negativo in caso contrario.

    RINVIO

    Inizio azione effettuato dal portiere di mano o di piede.

    USCITA

    Movimento compiuto dal portiere, che lascia i pali della propria porta e avanza all’interno dell’area di rigore o, meno frequentemente, fuori dalla stessa; può essere bassa, per fermare un attaccante o per catturare il pallone prima dell’arrivo di un avversario, o alta, per intercettare un cross o un lancio

    PARATA

    Movimento del portiere per bloccare un tiro rivolto verso la porta.

    IN FUORIGIOCO

    Giocatore colto in posizione irregolare poichè su un passaggio in avanti non vi sono almeno due giocatori avversari tra lui e la porta.

    FALLO

    Il fallo è un’infrazione passibile di calcio di punizione, commessa da un calciatore contro un avversario sul terreno di gioco e mentre il pallone è in gioco. Con esclusione dei soli falli di mano e delle simulazioni, il fallo coinvolge sempre due giocatori di squadre contrapposte e genera un duello.

    POSSESSO PALLA (%)

    Rapporto tra tempo totale in cui i giocatori di una squadra mantengono il possesso della palla e tempo effettivo totale della gara.

    PERCENTUALE REALIZZATIVA (%)

    Percentuale che indica la quantità di reti realizzate rispetto al numero totale dei tiri (in porta e fuori).

Le statistiche della 28° Giornata

Riccardo Saponara (Empoli), Lucas Biglia (Lazio), Allan Marques Loureiro (Udinese), Jasmin Kurtic (Fiorentina), Milan Djuric (Cesena) e Marco Sportiello (Atalanta) sono i giocatori che secondo i nostri dati si sono maggiormente distinti nella 28° giornata di campionato.

 

Tiri in Porta

Riccardo Saponara (Empoli) è il giocatore che ha effettuato più tiri in porta con 3 conclusioni (precisione del 100% e percentuale realizzativa del 66% sul totale dei tiri). A seguire molti giocatori con 2 tiri in porta tra cui Fabio Quagliarella (Torino) che ha effettuato altri 5 tiri per un totale di 7, il massimo di giornata, e Mario Gomez (Fiorentina), risultato il giocatore con più tiri di testa, 2 di cui 1 vincente.

 

Passaggi Chiave

A guidare la speciale classifica una coppia biancoceleste a sottolineare il buon momento di forma e il bel gioco espresso dalla squadra di Mister Pioli: Lucas Biglia a 16 (tra cui 4 assisti ma nessuno vincente) e Marco Parolo a 10. Sempre a 10 passaggi chiave troviamo Paulo Dybala (Palermo) che si dimostra importante non solo in fase conclusiva.

 

Recupero Palla

Allan Marques Lourerio (Udinese) nel corso della partita pareggiata con la Fiorentina ha recuperato ben 16 palloni. Un gradino sotto nella speciale classifica troviamo Luca Antonelli (Milan), Gonzalo Rodriguez (Fiorentina), Sinisa Andelkovic (Palermo) e Ivan Piris (Udinese) a 13.
Analizzando nello specifico i palloni recuperati nella metà campo avversaria troviamo a 6 due giocatori della Fiorentina: Jasmin Kurtic e Milan Badelj.

 

Duelli vinti

Con 20 duelli vinti sul totale di 35 si segnala Milan Djuric (Cesena), a seguire Allan Marques Loureiro (Udinese) che si è aggiudicato 15 dei 22 duelli giocati durante la partita e Albin Ekdal (Cagliari) con 13 vinti su 21 totali.

 

Portiere

Marco Sportiello (Atalanta) ha effettuato 7 parate sugli 8 tiri in porta subiti e 9 uscite. Anche Francesco Benussi (Hellas Verona) si è ben comportato tra i pali con le 5 parate sui 7 tiri in porta subiti, ma una menzione particolare è per Zeljko Brkic (Cagliari) che ha si subito 3 gol ma ha effettuato 4 interventi decisivi positivi.

 

 

Come sempre ringraziamo per questi dati i nostri analisti video.

 

Le statistiche della 27° giornata

Conferme e novità nelle classifiche delle statistiche individuali dell’ultima giornata di campionato.

 

Tiri in porta

A guidare la classifica dei tiri in porta l’attaccante del Chievo Verona Alberto Paloschi con 5 tiri. Dietro di lui un terzetto a 3 composto da due giocatori dell’altra sponda di Verona, Luca Toni e Boško Janković, e Francesco Totti (Roma).

 

Passaggi chiave

I nostri analisti durante lo scouting di una partita non registrano solamente i semplici passaggi ma registrano anche quelle trasmissioni di palla che apportano un contributo significativo allo sviluppo dell’azione d’attacco, da noi definite passaggi chiave (vedi glossario).
Nella speciale calssifica di giornata primeggia Alejandro Dario Gomez (Atalanta) con 11 passaggi chiave. Subito dietro a 10 la coppia Fredy Guarin (Inter) e Daniele Galloppa (Parma).

 

Recupero palla

Nel calcio moderno le fasi di transizioni, positiva e negativa, stanno assumendo sempre più importanza e tutti gli allenatori cercano di migliorare la capacità di adattamento dei propri giocatori a queste fasi. Il recupero palla, fase di transizione positiva, è un dato individuale che spiega l’utilità tattica di un giocatore e dà anche indicazioni sul modo di giocare di una determinata squadra se specificata l’altezza media dei recuperi.
Raul Albiol (Napoli) si attesta al primo posto con 17 recuperi palla, Giampiero Pinzi (Udinese) al secondo posto con 16 e la coppia Mario Rui (Empoli) e Lucas Biglia (Lazio) al terzo con 15 recuperi.
Se analizziamo nel dettaglio i recuperi compiuti nella metà campo avversaria troviamo una forte presenza di giocatori dell’Empoli, Matias Vecino a 6 e Franco Signorelli a 4. Tra loro due, con 5 recuperi, si posiziona Franco Vazquez (Palermo).

 

Duelli vinti

Altra particolarità del nostro sistema di raccolta dati sono le analisi dei duelli, cioè tutte quelle situazioni di 1vs1 (vedi sempre il glossario). Lo consideriamo vinto quando un giocatore guadagna o mantiene il possesso palla.
Nei primi 3 posti troviamo Antonio Balzano (Cagliari), 15 vinti su 18 totali, Gökhan Inler (Napoli), 15 su 21, e Ishak Belfodil, 15 su 24.

 

Portiere

Negli ultimi anni partecipa maggiormente alla costruzione del gioco di una squadra e sempre di più gli è richiesto abilità tecniche anche con i piedi. La bravura tra i pali rimane comunque il primo elemento per un giudizio sul valore di un portiere.
In questa giornata si è particolarmente distinto Emiliano Viviano (Sampdoria) che ha parato tutti e 8 i tiri in porta della Roma e ha compiuto 5 interventi decisivi positivi. Nota di merito anche per Francesco Benussi (Hellas Verona) con le 7 parate sugli altrettanti tiri in porta del Napoli e per Orestis Karnezis (Udinese)che ha mantenuto la sua porta inviolata con le 5 parate sui 5 tiri in porta dei giocatori dell’Atalanta.

 

 

Per tutti questi dati ringraziamo i nostri analisti.

 

 

VideoMatch 2015: una vera R-Evolution

La versione 2015 del prestigioso programma apre una nuova era per la Match Analysis, ora disponibili nuove funzionalità per rendere la vostra analisi sempre più approfondita e completa.

[space]

La nuova versione, più che un semplice aggiornamento, rappresenta una vera R-Evolution del software VideoMatch: il più completo e professionale programma per la video analisi calcistica.

La possibilità di utilizzo in modo nativo, senza alcun bisogno di emulatori, anche in Ambiente Mac, l’interfaccia utente completamente personalizzabile, la facilità nella creazione di playlist per ogni singolo giocatore e la riduzione dei tempi di esportazione per la produzione video sono solo alcune delle funzionalità che caratterizzano la nuova versione.

Il nostro team di sviluppatori ha potenziato il software per consentire a tutti gli utilizzatori un lavoro più flessibile e sempre più personalizzabile con la realizzazione di una nuova sezione all’interno: l’area analisi e report.

Ora è possibile rivedere e analizzare le azioni inserite e i dati statistici sono visualizzabili in report grafici (Match.Studio) comodamente esportabili e stampabili.

[space]

[center][button animation=”fadeInUp” link_url=”http://www.videomatch.it/videomatch2015/” title=”Scoprilo” scroll=”true” target=”_blank” color=”#ffffff” background=”#f26829″][/center]
[space]
[space]

Riflessioni sul Possesso Palla

Interessante articolo del blog “L’Ultimo Uomo” che anche grazie ai nostri dati prova a rispondere ad alcune domande amletiche sul possesso palla.

[space]

La percentuale di possesso palla, probabilmente uno dei dati statistici più importanti e controversi nel calcio, viene sovente citato da allenatori, dirigenti e giornalisti per sottolineare la bontà del gioco espresso da quella determinata squadra, per confermare una vittoria seppur con minimo scarto ma meritata o per giustificare una vittoria immeritata.
Ma c’è correlazione questo dato statistico e la vittoria? Ancora meglio: chi detiene la maggior percentuale di possesso palla durante una partita ha più probabilità di vittoria? Queste sono alcune delle domande a cui Alfredo Giacobbe di “Ultimo Uomo” ha provato a rispondere utilizzando anche i nostri dati, tra cui l’innovativo Indice di Pericolosità.

Ti invitiamo a leggerlo e ad esprimere la tua personale opinione:
Riflessioni sul possesso palla in Serie A: cinque temi che riguardano come lo si effettua in Serie A.

[space]

Scroll to top
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian
0