Match Analysis

Juventus Women campione d’Italia

Dopo il consiglio federale di oggi la Juventus Women è campione d’Italia per la terza volta consecutiva.

Le bianconere sono state la squadra che ha effettuato più tiri (17,3 a partita) con una media di 2.87 reti per match.

Sono quelle che hanno subito meno conclusioni, appena 5.73 per gara subendo 0.6 reti a partita.

Hanno inoltre effettuato più passaggi chiave 39.27 a gara e ne hanno subiti meno 16.6.

Sono inoltre la squadra con l’altezza media dei recuperi palla più alta: 43 metri.

Sono seconde per Indice di Pericolosità 70.8 contro i 72 della Fiorentina Women’s FC, prime per Indice di Rischio con 20.5 e prime per la differenza tra gli indici con 50.3, seconda la Fiorentina con 42

Ricordiamo che Sics analizza settimanalmente anche la Serie A Femminile!

#CalcioFemminile #calciofemminile #serieafemminile #juventuswomen #IndicediPericolosità #statistiche

Il Napoli vince la Coppa Italia

Il primo trofeo dell’era post-Covid è del Napoli.

La squadra di Gattuso, al primo trionfo da tecnico, vince la sua sesta Coppa Italia ai calci di rigore con i tiratori azzurri dimostratisi infallibili, ma anche nell’arco dei 90 minuti i partenopei sono risultati più pericolosi come dimostra l’Indice di Pericolosità, praticamente pari nel primo tempo, nettamente a favore degli azzurri nella ripresa..

Per la Juventus è la seconda partita consecutiva senza reti segnate da Ottobre 2015!

Rivedi tutti i numeri della finale dell’Olimpico con il nostro MatchStudio:

NAPOLI-JUVENTUS-MatchStudio

 

#CoppaItaliaCocaCola #NapoliJuve #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche

Nuovo accordo Sics-Basketball Coach Ability Italy

Basketball Coach Ability Italy e SICS, azienda leader in Italia nello sviluppo e distribuzione di Software per l’analisi video, hanno siglato oggi una partnership strategica, per lo sviluppo di progetti nel mondo della Pallacanestro e nello specifico per incrementare la qualità della video analisi sportiva.

Dal 1995 SICS lavora a stretto contatto con le più importanti realtà sportive nazionali e internazionali sviluppando e fornendo servizi e prodotti innovativi che continuano a soddisfare le esigenze sempre più sofisticate di staff tecnici, club professionistici e molti allenatori e staff dei settori giovanili e dilettantistici. La Match Analysis, la pianificazione e il controllo degli allenamenti, la ricerca delle soluzioni più semplici e efficienti da proporre ai propri clienti sono stati e saranno sempre per SICS gli obiettivi primari
Dalla scorsa stagione SICS è fornitrice ufficiale di dati della Lega Basket Femminile e ha sviluppato una versione specifica per il basket di VideoMatch, la piattaforma software per la Match Analysis.

Francesco Papi
“Un onore affiancarci ad un’azienda come SICS che vanta collaborazioni con Team di altissimo livello oltre che una storia ricca di successi. Ho avuto l’opportunità di toccare con mano la qualità e l’efficacia dei loro prodotti e devo dire che mi hanno entusiasmato. Il lavoro in campo è reso ancora più efficace con gli strumenti di analisi video SICS che risultano essere personalizzabili, ricchi di funzionalità ottime per perfezionare l’analisi. Inoltre sono rimasto stupefatto dalle funzioni di condivisione del lavoro con lo Staff, cosa che oggi giorno è alla base di un lavoro di altissimo livello. Un grazie a SICS e a Michele Crestani per questa partnership.”

Michele Crestani (CEO SICS)
“Con grande entusiasmo iniziamo questa collaborazione con Basketball Coach Ability Italy una struttura giovane e dinamica ma che abbiamo avuto modo di verificare estremamente competente e con cui condividiamo il desiderio e il piacere di portare a tutti i livelli metodi e strumenti utilizzati dai top club. Vedo questa partnership come il detonatore di una serie di progetti su cui stiamo lavorando che porteranno un positivo contributo alla crescita del basket in Italia e in Europa.”

1-1 tra Napoli e Barca

L’andata degli ottavi di finale si conclude con un pari che per come si era incanalata la partita fa sicuramente più felice il Barcellona, anche in vista del ritorno in terra catalana.

In una partita bloccata e poco spettacolare 26 a 31 per il Barcellona l’Indice di Pericolosità (primo tempo 7 a 2! per gli azzurri), il Napoli passa in vantaggio con una perla di Mertens che eguaglia il record di reti in maglia azzurra di Hamsik, ma viene raggiunto nella ripresa da Griezmann nell’unico vero pericolo costruito dai blaugrana su azione.

Al ritorno servirà un’impresa al Napoli che si gioca il tutto per tutto al Camp Nou, dove potrà sfruttare anche le assenze per squalifica di Vidal e Busquets che ieri è stato il giocatore con più Passaggi chiave effettuati: 10 come Messi.

Qui il MatchStudio della gara di ieri:

NAPOLI-BARCELLONA-MatchStudio

#UCL #NapoliBarcellona #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague #IndiceDiPericolosità

Serata magica per la Dea

Serata da incorniciare per l’Atalanta che, dopo aver ottenuto una qualificazione agli ottavi che ad un certo punto sembrava utopia, si presenta a San Siro senza timore e travolge il Valencia con un 4:1 che la mette in ottima posizione in vista del ritorno al Mestalla.

La gara è stata però più equilibrata di quanto non dica il punteggio, con gli spagnoli che nell’arco dei 90 minuti sono stati più pericolosi dei bergamaschi, 69 a 57 l’indice di pericolosità per gli uomini di Celades con ben 5 occasioni da Gol.
Letteralmente travolgenti i nerazzurri nei primi 20 minuti (28 a 1 l’Indice) hanno allentato la presa tra il 20° e il 35°, periodo nel quale i valenciani hanno collezionato 2 Azioni promettenti, e definitivamente dopo il 4° gol. Da quel momento l’IPO dell’Atalanta non sale più fino al fischio finale, blindando un risultato preziosissimo.

Ora l’appuntamento con la storia per la truppa di Gasperini è a Valencia per continuare a far sognare una città intera ma anche tutti gli sportivi italiani!

Qui il MatchStudio della gara:

ATALANTA-VALENCIA-MatchStudio

#UCL #AtalantaValencia #MatchAnalysis #BigData #OpenData #Statistiche #ChampionsLeague

La Top 11 Sics del girone di andata

Si è chiuso questo weekend uno dei gironi di Andata più avvincenti degli ultimi anni di Serie A.
La Juventus si è confermata Campione d’inverno seguita a stretto contatto dall’Inter e da una grande Lazio reduce da 10 vittorie consecutive! Al quarto posto l’Atalanta ormai sempre più abituata all’alta quota. Anche in coda la lotta per la permanenza nella massima serie si prospetta avvincente e serrata fino all’ultima giornata.
 
Come ogni anno Sics vi propone la Top 11 con i migliori giocatori di questa prima parte di stagione.
 
La squadra più rappresentata è la S.S. Lazio fresca vincitrice della Supercoppa con 3 giocatori. Seguono Juventus e Atalanta Bergamasca Calcio con 2, poi AS Roma, SSC Napoli, Torino Football Club e SPAL con 1 giocatore ciascuna.
 
Ecco i giocatori scelti, cosa ne pensate?
 
Berisha;
Hateboer, Smalling, Toloi, Ansaldi;
Zielinski, Pjanic, Milinkovic-Savic;
Luis Alberto;
Immobile, Cristiano Ronaldo
 
In panchina:
Handanovic;
Di Lorenzo, Acerbi, Skriniar, Theo Hernandez;
Nainggolan, Brozovic, Fabian Ruiz;
Ilicic;
Lautaro Martinez, Lukaku
 
Di seguito troverete, giocatore per giocatore, le statistiche che hanno contribuito a creare la nostra Top 11. 

Berisha: 74.3% di tiri parati, 25 interventi decisivi positivi e 1 solo negativo.

Hateboer: 1.64 assist a gara (1° in A) 24 totali e 3 quelli vincenti. 2° per cross riusciti (18 in totale, 1.23 a gara).

Smalling: ha segnato 2 reti e fornito 1 assist vincente. Ha vinto il 72.4% dei duelli, 2° in A recuperando 7 palloni di media a partita. È il difensore ad aver vinto più duelli nella metà campo offensiva, ben il 70% ed il 4° per duelli aerei vinti dopo Bruno Alves, De Ligt e Manolas. Ha vinto inoltre l’86.7% dei tackle.

Toloi: 5.5 Passaggi chiave a partita (migliore in A), 11 assist e ben 5 vincenti. 10 triangolazioni di cui 8 fatte e 2 chiuse. Ha recuperato 8 palloni a partita, 1.6 dei quali nella metà campo avversaria. Al suo attivo anche 4 interventi decisivi.

Ansaldi: 4 reti e 2 assist vincenti. Mette 4,2 cross per partita (2° in A) e ha effettuato in totale 5 cut back. Al suo attivo 3.74 dribbling positivi per match. Riceve inoltre 2.5 passaggi chiave a gara.

Zielinski: 6 passaggi chiave a partita. 1 gol segnato e 2 assist vincenti. Effettua 1.8 tiri a partita di cui in totale 29 da fuori (1.5 per match) che lo rendono il giocatore che tira di più da fuori area. E’ stato coinvolto in 20 triangolazioni e con 13 fatte è il primo in A. è 4° per recuperi nella metà campo avversaria, 36 totali.

Pjanic: 8.1 chiave a partita (migliore in A), 2 assist vincenti e 3 reti. Recupera 6.7 palloni a partita e ha preso parte a 15 triangolazioni, 6 fatte e 9 chiuse.

Milinkovic-Savic: 3 reti, 5 assist vincenti e 1 gol procurato. Effettua 4 passaggi chiave a partita e ne riceve 4.7. 2° in A per duelli tackle vinti (44.3% del totale). È il centrocampista che riceve più palloni dal portiere, quasi 2 a partita

Luis Alberto: 7.4 passaggi chiave effettuati a partita (2 per match arrivano in area, il migliore in A). 11 assist vincenti in totale, 3 reti e 1 gol procurato. 5 i passaggi chiave ricevuti a partita. In totale 16 triangolazioni (7 fatte e 9 chiuse).

Immobile: 20 reti in 18 partite e 5 assist vincenti. Effettua 3.7 tiri a partita e 1.4 passaggi chiave e riceve 7.8 passaggi chiave per match (2.2 in area)

Cristiano Ronaldo: vicecapocannoniere alla pari di Lukaku con 14 reti, in più rispetto al belga ci sono 2 assist vincenti. Effettua 2.4 passaggi chiave a partita e ne riceve 2.25 in area ed è stato coinvolto il 22 triangolazioni (10 fatte e 12 chiuse).

 

Questi i numeri delle “riserve”

Handanovic: 78% di tiri parati, 15 interventi decisivi positivi e 1 rigore parato su 2.

Di Lorenzo: E’ il difensore che ha ricevuto più passaggi chiave in area avversaria, 16 totali! Ha recuperato 25 palloni nella metà campo avversaria (1° in A). Ha effettuato 7 cut back (2° in campionato).

Acerbi: 72% di duelli vinti (3°in A), ha vinto il 60%dei dribbling subiti (3°). Recupera 8 palloni  apartita (4° in A)

Skriniar: 1° per palle recuperate, 135 totali (7.5 per gara) e nella top 10 per passaggi chiave effettuati, 3.5 per match

Hernandez: 4 reti fatte e 2 assist vincenti. Ha il 71% di dribbling positivi e ha vinto il 70% dei duelli aerei. Con lui in campo il Milan subisce una rete ogni 81 minuti. Ha effettuato inoltre 8 cut back, più di ogni altro giocatore in A!

Nainggolan: 4 gol e 5 assist vincenti. È il giocatore con più reti da fuori area, 4. È 1° per duelli tackle vinti con 44.4%. Effettua 1.9 tiri e 3 passaggi chiave a partita e ne riceve 4.

Brozovic: 6.3 passaggi chiave a partita, 2 reti fatte e 5 assist vincenti. Coinvolto in 13 triangolazioni, 9 fatte e 4 chiuse. Recupera 5.4 palloni per match.

Fabian Ruiz: 1° per recuperi nella metà campo offensiva (43), 1° per numero di triangolazioni (26: 12 fatte e 14 chiuse). Effettua 1.8 tiri e 6.3 passaggi chiave a partita. Fino ad ora 1 gol, 2 assist e 1 third pass vincenti.

Ilicic: 9 reti e 3 assist vincenti + 2 gol procurati. Riceve 8.3 passaggi chiave a partita. Coinvolto in 13 triangolazioni, 5 fatte e 8 chiuse. Per lui anche 2 Third pass vincenti.

Lautaro Martinez: 10 reti, 1 assist vincente e 3 gol procurati. Riceve 7 passaggi chiave a partita. 4° per palloni recuperati nella metà campo avversaria, 17 totali. 3° tra gli attaccanti per falli subiti in serie A, 44.

Lukaku: 14 reti e 1 assist vincente alla prima stagione in Italia. Riceve 9.6 passaggi chiave a partita. È con Ronaldo la punta che chiude più triangolazioni, 12.

*sono stati considerati i giocatori con almeno 10 presenze

#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData
#Statistiche

La Lazio vince la Supercoppa!

E’ la Lazio di Simone Inzaghi ad aggiudicarsi il primo trofeo stagionale battendo la Juventus nella finale di Riyadh.

Le reti di Luis Alberto, Lulic e quella in chiusura di Cataldi vanificano il pareggio allo scadere del primo tempo di Dybala e fissano il risultato sul 3-1, score che permette ai biancocelesti di aggiudicarsi la quinta Supercoppa della loro storia

Di seguito il link per il MatchStudio della finale di ieri:

JUVENTUS-LAZIO-MatchStudio

 

#CocaColaSupercup
#JuveLazio
#MatchAnalysis
#BigData
#OpenData

L’Indice di Pericolosità su Sky!

Ieri sera a Sky Calcio Club si è parlato di #IndiceDiPericolosià, l’Indice inventato da Maurizio Viscidi con la collaborazione di Antonio Gagliardi e raccolto da Sics che va a “misurare” la prestazione delle squadre sia dal punto di vista offensivo che difensivo.

Qui alcuni dei passaggi più interessanti andati in onda ieri sera:

Ieri sera a Sky Calcio Club si è parlato di #IndiceDiPericolosià, l'Indice inventato da Maurizio Viscidi con la…

Posted by Sics on Monday, 25 November 2019

L’Indice di Pericolosità sulla Gazzetta dello Sport!

Il nostro Indice di Pericolosità (nato da un’idea di Maurizio Viscidi) approda sulla La Gazzetta dello Sport.
Siamo felici di poter contribuire (in piccola parte) ad una visione più oggettiva e meno parziale del gioco del calcio!

Cos’è l’indice di pericolosità?

L’indice di pericolosità: un nuovo dato che ci permette di analizzare quali squadre hanno ottenuto più punti di quanti ne meritavano, e quali meno.

Con l’obiettivo di valutare quanto una squadra riesca a rendersi pericolosa, SICS ha elaborato un Indice di Pericolosità Offensiva (IPO): un parametro cioè che tiene conto di una serie di eventi (da un calcio d’angolo a una conclusione dentro l’area, da un cross senza colpo di testa ad una punizione laterale), assegnando loro un diverso peso (positivo) in base all’importanza. Ad esempio, il calcio di rigore ha il valore più grande (perché è maggiore la probabilità di segnare), mentre un corner ne avrà uno inferiore.

Questa la componente soggettiva dell’indice, la scelta del tipo di azioni da considerare pericolose e il peso da assegnare loro. Per questo è importante dire che l’indice di SICS è stato elaborato con il supporto fondamentale di chi vive il calcio da dentro da molti anni. Stiamo parlando di Maurizio Viscidi, responsabile dello scouting Club Italia giovanili e vice coordinatore delle nazionali giovanili della FIGC, quasi 30 anni di esperienza da allenatore, che ha lavorato all’indice insieme ad Antonio Gagliardi e Marco Scarpa, analisti tecnici nello staff della Nazionale A.

 

 

2

 

 

3

Match Analysis & partite storiche

Continua la nostra collaborazione con la rivista “L’Ultimo Uomo” questa volta con un’iniziativa speciale: le grandi partite del passato rianalizzate tatticamente e con i moderni strumenti di match analysis.

Chi è il giocatore che ha fatto più assist nella famosa semifinale Milan – Real Madrid del 1989? Roberto Donadoni.
E come non sottolineare la prestazione di Ronald Koeman nella finale di Wembley (1992) contro la Sampdoria? Oltre al goal vittoria, 4 assist e 14 passaggi chiave per il difensore olandese del Barcellona.

Sul sito di “L’Ultimo Uomo” (https://www.ultimouomo.com/) troverete gli articoli e le considerazioni tattiche, qui sotto invece potete scaricare i report pdf integrali di Milan – Real Madrid (1989), Barcellona – Sampdoria (1992) e Germania – Francia (1982):

MILAN1989-REALMADRID1989-MatchStudio.pdf

BARCELLONA1992-SAMPDORIA1992-MatchStudio.pdf

GERMANIA1982-FRANCIA1982-MatchStudio.pdf

Buona lettura!

Scroll to top
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian
0